Motori 13 Maggio Mag 2015 1329 13 maggio 2015

Migliori moto d’epoca per neopatentati

È utile ricordare che i neopatentati possono condurre diverse motociclette, dopo il conseguimento della patente A2 (che si può ottenere quando si hanno compiuto i 18 anni di età), si possono condurre delle moto che hanno fino ad un massimo di 35 kW. Se le moto superano questa soglia, i neopatentati dovranno optare per la versione appositamente “depotenziata”

  • ...

Moto Guzzi V7 Stone I neopatentati possono guidare diverse motociclette, dopo il conseguimento della patente A2 (che si può ottenere quando si hanno compiuto i 18 anni di età), in particolar modo si possono condurre delle moto che hanno fino ad un massimo di 35 kW. Se le moto superano questa soglia, i neopatentati dovranno optare per la versione appositamente “depotenziata”. L’acquisto una moto d’epoca vintage rappresenta sicuramente una brillante idea. Se siete un neopatentato, vediamo quali risultano essere i modelli migliori. Harley-Davidson  883 Iron; Triumph Scambler; Guzzi V7 Stone e tanti altri ancora. PIl primo modello di moto citato (la Harley-Davidson  883 Iron) rappresenta il lato oscuro della famiglia Sportster. È una moto essenzialmente da strada; si caratterizza per il fatto di avere i parafanghi corti, le ruote a razze in lega di alluminio in  colore nero. L’Iron 883 presenta un aspetto tipico di una street bike. Il motore di questa moto è il potente propulsore V-Twin 883. Molto bella risulta essere la Triumph Scambler. È bene ricordare che verso gli anni ’60, nelle zone in cui non c’erano ancora le strade asfaltate, circolavano le moto “da deserto”. Queste ultime moto avevano linee essenziali. Montavano il motore Triumph bicilindrico, ad esso veniva adattato uno scarico alto, gomme e sospensioni da dirt bike. Erano moto che potevano essere utilizzate per gare su terreni molto difficili. L’ultimo modello di moto d’epoca che prendiamo in considerazione è la Guzzi V7 Stone. Si tratta di una moto che ha delle prestazioni interessanti, il motore è il bicilindrico Guzzi (che ha il volano in bagno d’olio invece dell’alternatore a secco). Ha una livrea priva di cromature, sostituita da una verniciatura nera. È bene ricordare che il cromo è presente solo più sul motore. La ciclistica della moto è quella col classico telaio Guzzi. [gn_jcarousel source="cat=%blog%" ]

Correlati

Potresti esserti perso