Motori 28 Maggio Mag 2015 1718 28 maggio 2015

Che cos'è l'avancorsa della moto

Dal punto di vista tecnico, si chiama avancorsa la distanza tra il punto di intersezione dell’asse dello sterzo con il terreno (quindi dipendente anche dall’inclinazione del cannotto) e quello ottenuto dal punto di contatto della ruota con il piano stradale.

  • ...

Avancorsa della moto Dal punto di vista tecnico, si chiama avancorsa la distanza tra il punto di intersezione dell’asse dello sterzo con il terreno (quindi dipendente anche dall’inclinazione del cannotto) e quello ottenuto dal punto di contatto della ruota con il piano stradale. Esiste una connessione stretta tra avancorsa e angolo di sterzo: al crescere di quest’ultimo aumenterà anche l’avancorsa e viceversa. Si parla di avancorsa Normale Posteriore definita come la distanza tra il punto di contatto della ruota posteriore con il terreno e l’asse di sterzo. E’ una misura importante perchè mette in relazione l’avancorsa “classica” con il passo, cioè l’interasse della moto. L’avancorsa Normale Anteriore definisce invece un connubio tra angolo di sterzo ed avancorsa, mentre l’avancorsa Normale Posteriore definisce una relazione tra il passo, a cui si somma l’avancorsa “classica”, e l’angolo di sterzo. Il rapporto tra queste due grandezze darà come risultato dei valori inferiori a 6 per i motocicli Gp, da 6 a 6,5 per quelli stradali sportivi e oltre 6,5 per quelli turistici. E' possibile, per adattarsi alle numerose soluzioni di guida, variare l’avancorsa agendo semplicemente su appositi registri situati sul cannotto di sterzo. Si può in alternativa modificare l' offset della forcella e il precarico delle sospensioni.

Correlati

Potresti esserti perso