Motori 28 Maggio Mag 2015 2050 28 maggio 2015

Costo immatricolazione moto usata estero

Se volete acquistare una moto proveniente da uno stato extra europeo dovete sapere che l’iter di immatricolazione è un po’ complesso. Infatti al contrario di quanto accade per un veicolo nuovo o usato proveniente da un paese dell’UE, nel caso di veicoli provenienti dall’estero vanno presentati più documenti ma i costi sono più o meno simili.

  • ...

Costo immatricolazione Se volete acquistare una moto proveniente da uno stato extra europeo dovete sapere che l’iter di immatricolazione è un po’ complesso. Infatti al contrario di quanto accade per un veicolo nuovo o usato proveniente da un paese dell’UE, nel caso di veicoli provenienti dall’estero vanno presentati più documenti ma i costi sono più o meno simili. Innanzitutto prima dovrete immatricolare il veicolo presso l’ufficio provinciale della motorizzazione e poi iscriverlo al PRA. Fin qui tutto ok. Ricordatevi che se non effettuate l’immatricolazione “italiana” il veicolo potrà circolare in Italia per un massimo di 12 mesi. È sempre meglio rivolgersi ad una delegazione ACI per evitare di dimenticare qualche passaggio, soprattutto nella presentazione dei documenti, anche se in questo caso ai costi standard per l’immatricolazione dovrete aggiungere quelli dell’agenzia. Ma è sempre meglio fare riferimento ad un esperto. I costi comunque sono inferiori rispetto a quelli da “sborsare” per immatricolare un veicolo Made in UE e si aggirano intorno ai 50€ più i costi dell’Aci. Non dimenticate però di sommare a tutto ciò anche i costi dei trasporti. Non potrete certo guidarla voi dal paese di provenienza.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso