CALCIO 29 Maggio Mag 2015 1629 29 maggio 2015

Bruno Pesaola è morto, addio al Petisso

Aveva 89 anni ed era ricoverato a Napoli. Celebre per il cappotto color cammello da cui non si separava mai. Foto.

  • ...

Lutto nel mondo del calcio per la morte di Bruno Pesaola, scomparso a Napoli alla soglia dei 90 anni (foto).
Noto come 'il Petisso', Pesaola era nato a Buenos Aires ed era stato naturalizzato italiano. Un personaggio straordinario, non solo per le sue qualità di giocatore e poi di allenatore, ma anche per il suo carattere sfrontato, la battuta sempre pronta e le bizzarrie che ne hanno segnato il carattere.
IL CAPPOTTO ANCHE IN PRIMAVERA. Celebre è il cappotto color cammello che indossava come portafortuna quando andava in panchina, dal quale non si separava mai e che continuava a mettersi addosso anche nel finale di stagione, ormai in primavera inoltrata. Oltre allo scudetto vinto con la Fiorentina, da allenatore Pesaola conquistò altri trofei: la Coppa delle Alpi (1966) alla guida del Napoli e la Coppa Italia (1974) sulla panchina del Bologna.

Correlati

Potresti esserti perso