CALCIO 6 Giugno Giu 2015 2248 06 giugno 2015

Champions League: Juventus battuta, Barcellona campione

La Signora cede in finale al Barça: 3-1. In rete Rakitic, Morata, Suarez e Neymar. Quinto trofeo per i blaugrana. Allegri recrimina per un rigore su Pogba. Foto.

  • ...

Si infrange in finale il sogno della Juventus di alzare la sua terza Champions League.
Si infrange contro un Barcellona più forte, ma che dopo essere passato in vantaggio in avvio di partita ha vacillato.
Alla fine i catalani hanno imposto il loro gioco e portato a casa una vittoria, scontata alla vigilia ma sofferta - come ogni finale che si rispetti - sul campo.
Prima con Suarez, un tap-in sulla risposta corta di Buffon, e poi con Neymar, che in pieno recupero ha messo il sigillo sul quinto trofeo blaugrana (guarda le foto).

PARTENZA CHOC: SUBITO RAKITIC. La partenza è choc per l'undici di Allegri: quattro minuti e Rakitic finalizza la trama blaugrana nello stretto. Neymar serve dentro l'area Iniesta, sfuggito alla marcatura di Vidal, palla in mezzo per il centrocampista croato che fulmina Buffon.
La Juventus accusa il colpo e il Barcellona trotterella, controllando la partita e affondando di tanto in tanto. Il portiere bianconero è superlativo due volte.
Il primo tempo si trascina tra qualche fiammata e un po' di nervosismo: Vidal entra duro prima su Iniesta e poi su Busquets, finendo sul taccuino dell'arbitro turco Cüneyt Çakir.

  • Il gol dell'uno a zero di Rakitic.

MARCHISIO ILLUMINA, MORATA PAREGGIA. Morata spaventa ter Stengen, Suarez fa lo stesso con Buffon, ma la prima frazione offre poche altre emozioni: uno a zero Barça e tifosi catalani prematuramente in festa. Perché la Juventus che rientra in campo dagli spogliatoi ha tutt'altra faccia.
Alza il baricentro e inizia a presentarsi con più costanza dalle parti del portierone tedesco.
Dieci munuti di gioco e i bianconeri pareggiano: tacco illuminante di Marchisio, che lancia in profondità Lichtsteiner. Lo svizzero appoggia in mezzo per Tevez, che conclude di prima intenzione. Ter Stengen si allunga, ma sulla ribattuta Morata è il più svelto di tutti: piattone facile facile e partita di nuovo in parità.

  • Il momentaneo pareggio di Morata.

SUAREZ GELA LA JUVE. La Juve prende fiducia, il Barça sembra tramortito.
Al 68esimo l'episodio destinato a far discutere: Pogba cade in piena area dopo un corpo a corpo con Dani Alves.
L'arbitro lascia correre, ma i bianconeri su tutte le furie chiedono il rigore.
L'amarezza si fa ancora più forte perché, sul ribaltamento di fronte, Messi prende palla, si allarga sulla sinistra e batte di prima intenzione: Buffon ci arriva ma la sfera resta lì. Suarez brucia tutti sul tempo e infila il due a uno.

  • Il nuovo vantaggio del Barcellona firmato Suarez.

NEYMAR CHIUDE I CONTI. Allegri rischia il tutto per tutto: dentro prima Llorente e poi Coman.
Marchisio impegna nuovamente ter Stengen, ma il serbatoio è ormai vuoto. A pochi secondi dal triplice fischio Neymar infila Buffon per il 3-1 finale.
Vince il Barcellona, vince la squadra più forte. La Juventus esce a testa alta. Contro un avversario così, difficile avere rimpianti.

  • Il gol del definitivo 3-1 di Neymar.

Tweet riguardo #JuveBarca

Articoli Correlati

Potresti esserti perso