Motori 18 Giugno Giu 2015 0930 18 giugno 2015

Febbre da Opel Astra

Profondamente rinnovata nel design e nella meccanica, la quinta generazione presenta motori hi-tech e servizi di categoria superiore.

  • ...

È attesa sul mercato a ottobre 2015, dopo il debutto ufficiale al Salone di Francoforte. Ma già c'è grande curiosità per la nuova generazione di Opel Astra, la quinta, profondamente rinnovata nel design e nella meccanica. Come hanno spiegato i vertici della casa di Rüsselsheim, la nuova serie rappresenta un netto salto in avanti rispetto al passato, una vettura che si pone al vertice del segmento in termini di efficienza grazie ai motori hi-tech e ai servizi da categorie superiori. NUOVA GAMMA DI PROPULSORI Come quello di connettività e assistenza personale Opel OnStar, attivo 24 ore su 24, il sistema di infotainment Intellilink e la nuova tecnologia IntelliLux LED, rivoluzionaria luce a matrice di LED brevettata proprio da Opel. Per quanto riguarda i motori, sotto il cofano della nuova Astra si trova una nuova gamma di propulsori benzina e diesel con potenze che vanno dai 95 ai 200 Cv: se la entry level è il tre cilindri turbo benzina 1.0 ECOTEC a iniezione diretta da 105 Cv, il fiore all'occhiello è il diesel 1.6 CDTI di nuova generazione, da 136 Cv. Con la nuova piattaforma, la quinta serie della Astra è un modello più snello del precedente, con un taglio del peso superfluo che, a seconda delle versioni, arriva anche a 200 kg. Diminuiscono anche le dimensioni: la hatchback è con i suoi 4,37 ben cinque centimetri più corta dell'attuale, oltre che tre più bassa. [gn_jcarousel source="cat=%blog%" ] UNA STORIA INIZIATA NEL 1991 A sei anni dal lancio sul mercato della quarta serie, Opel Astra si rinnova ancora proseguendo una storia iniziata nel 1991. O, forse, molto prima, visto che di fatto è nata come erede della storica Kadett, lanciata nel 1936. Il modello è infatti nato a inizio Anni 90 per la volontà di uniformare a livello globale le denominazioni dei modelli prodotti da General Motors, che all'epoca produceva e commercializzava la Kadett E in Gran Bretagna con il nome di Vauxhall Astra. LA PRIMA GENERAZIONE  ERA L'ASTRA F La prima generazione, denominata Astra F e lanciata nel 1991, da subito è stata disponibile nella varianti a tre e cinque porte e l'anno successivo la gamma si è arricchita con la fortunata station wagon, affiancata poi dalla berlina a tre volumi, che non ha riscosso lo stesso successo e poi da una elegante versione cabriolet firmata Bertone. Senza dimenticare la sportiva GSi, che ha raccolto il testimone della Opel Kadett e GSi con il suo propulsore 2.0 da 150 Cv. Nel 1998 è arrivata la Astra G, tutta nuova nei motori e nello stile: all'inizio è stata infatti disponibile solo con corpo vettura a due volumi e mezzo anziché a due come nella precedente serie: decisamente più aggressivo il look, ma ancora una volta la versione più apprezzata si è rivelata la station wagon. Nel 2000 è stata presentata un'inedita versione coupé, dotata di un corpo vettura allungato e filante, disegnato da Bertone. L'Astra H, la terza serie, è stata lanciata nel 2004 come berlina a due volumi e tre porte, versione subito affiancata da quella a cinque porte. La H è stata sostituita dalla J, più stilosa e aggressiva rispetto al passato, nel 2009. È il modello attualmente sul mercato e, al momento, l'ultima generazione della compatta di Rüsselsheim, proposta in questi anni nelle versioni hatchback, quattro porte e Sports Tourer, e nell'esuberante variante GTC.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso