Motori 5 Luglio Lug 2015 1100 05 luglio 2015

Come registrare il proprio veicolo come moto d'epoca

  • ...

Le moto d'epoca rappresentano una meraviglia per gli appassionati di motori e un vanto speciale per chi le possiede. Di recente questo tipo di veicolo è tornato al centro dell'attenzione soprattutto per la grande incertezza causata dalle novità della Legge di Stabilità in tema di bollo, che prevedevano il pagamento del tributo anche da parte dei proprietari di mezzi di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Il Registro Storico Nazionale delle moto d'epoca Per tutelare l'enorme patrimonio motociclistico nazionale la FMI, Federazione Motociclistica Italiana, ha istituito il Registro Storico Nazionale (i veicoli iscritti ricevono il certificato di rilevanza storica e collezionistica) e il relativo Comitato, che si occupa dell'organizzazione di eventi come esposizioni, sfilate, corsi e altre iniziative volte alla promozione e alla valorizzazione di questa ricchezza. Le classificazioni Le moto d'epoca che appartengono ai tesserati FMI vengono catalogate nel Registro Storico Nazionale secondo una suddivisione basata sulle fasce d'età: abbiamo infatti le moto storiche (ovvero i motoveicoli costruiti fino alla fine del 1944), le moto d'epoca (costruite tra il '45 e il '68), le moto classiche (costruite tra il '69 e il '75), le moto post-classiche (costruite tra il '76 e l'88) e le pre-moderne (costruite dal 1989 e fino al 20° anno dalla data di produzione). L'iscrizione Ci sono poi ulteriori suddivisioni in base alle tipologie (con le macrocategorie “strada”, “fuoristrada” e “da competizione”). È possibile richiedere l'iscrizione al registro per tutti quei motoveicoli che hanno superato i 20 anni di età e che sono in ottime condizioni, conformi all'originale e corrispondenti alla scheda di omologazione. L'iscrizione delle moto d'epoca al registro avviene tramite tre procedure, differenti a seconda che i veicoli siano muniti o meno di targa e libretto di circolazione o che si tratti di motoveicoli non abilitati a circolare sulle strade, ma utilizzati per discipline sportive (cross e velocità) solo all'interno di appositi impianti. Per conoscere le procedure e i documenti necessari alla registrazione, basta collegarsi al sito federmoto.it.

Correlati

Potresti esserti perso