Motori 9 Luglio Lug 2015 1100 09 luglio 2015

Come proteggere l’auto da atti vandalici

  • ...

Proteggere l’auto da atti di vandalismo è uno dei crucci più grandi dell’automobilista. Lasciare l’auto in un parcheggio incustodito o in zone particolarmente a rischio, può suscitare veri e propri stati d’ansia in chi ama la propria autovettura. Ecco perché ricorrere ad alcuni piccoli trucchi o munirsi di apposite assicurazioni sono i metodi migliori per sentirsi più tranquilli quando si lascia l' auto. L'assicurazione contro gli atti vandalici

Assicurare l’auto contro atti vandalici è forse la risposta più immediata al problema. Avere un’assicurazione che copra questo tipo di danni nei confronti del proprio mezzo è possibile, basta rivolgersi alla propria compagnia assicurativa e stilare una polizza che comprenda questa tipologia di sinistro. Ma, in alternativa, si può ricorrere a qualche trucchetto per far sì che l’auto sia sicura anche se non coperta da assicurazione specifica. Il parcheggio adatto Scegliere il parcheggio giusto è sempre un buon tipo di prevenzione. Se si abita in città, scegliere di parcheggiare in strade frequentate piuttosto che in posti isolati, potrebbe essere la soluzione ideale. In questo caso, difficilmente l’auto potrebbe essere soggetta ad atti vandalici se la strada pullula di gente, un ottimo metodo per dissuadere potenziali vandali. Se ciò non è possibile, optare per parcheggi custoditi o, quanto meno, cercare di trovare parcheggio in zone video sorvegliate. Altre soluzioni Esistono anche metodi alternativi per proteggere l’auto dai vandali, se, ad esempio a preoccupare sono i graffi, si potrebbe optare per rivestire la carrozzeria con delle apposite pellicole in vendita. O, se invece si temono rischi più gravi di un semplice graffio, si può optare per installare delle specifiche telecamere interne all’automobile per avere la sicurezza di registrare su nastro tutto ciò che accade attorno alla propria macchina.

Correlati

Potresti esserti perso