Arturo Vidal 150715221027
CALCIOMERCATO 15 Luglio Lug 2015 2210 15 luglio 2015

Vidal-Juve, perché l'addio potrebbe non far male

Arturo vicino al Bayern. Tifosi scioccati. cinque ragioni per cui la cessione sarebbe un affare.

  • ...

Arturo Vidal.

La data sul calendario recita mercoledì 15. Ma per i tifosi bianconeri quello odierno ha tutta l'aria di essere un venerdì 17. Arturo Vidal è un passo dal Bayern Monaco, nello stesso giorno in cui la Juventus celebra il primo anniversario del traumatico strappo con Antonio Conte.
OFFERTA DA 40 MILIONI. Il club campione di Germania è piombato con prepotenza sul cileno e sarebbe disposto a mettere sul piatto una quarantina di milioni per portare in Baviera il fresco vincitore della Coppa America. Tifosi juventini pronti a stracciarsi le vesti dunque, ma mai come stavolta non tutti i mali vengono per nuocere. Diverse, infatti, sono le ragioni per cui da parte juventina sarebbe sensato prendere in considerazione l'offerta tedesca.

1. Massimizzare il guadagno della cessione

La valutazione di Vidal, malgrado le recenti disavventure fuori dal campo, è nuovamente schizzata alle stelle, complice il successo del Cile in Coppa America.
Venderlo ora, per Agneli e Marotta, equivarrebbe a ricavare il massimo da un giocatore che va per i 29 anni e già l'anno scorso era stato a un passo dal divorzio.
PERICOLO SVALUTAZIONE. Attendere ancora un anno, viceversa, potrebbe significare andare incontro a una pericolosa svalutazione del Guerriero.
Ora o mai più, verrebbe da dire dalle parti di Vinovo.

2. Vendere lui per non vendere Pogba

Dovendo prendere in considerazione l'ipotesi di un sacrificio a centrocampo, al momento il reparto che gode di più abbondanza in casa Allegri, pare preferibile rinunciare a Vidal piuttosto che a Paul Pogba, tentato dalle sirene di mezza Europa.
SQUADRA IN MANO A POGBA. Certo, nelle tasche della società finirebbero meno milioni, ma le potenzialità e i margini di crescita del francese lo lasciano preferire come perno per la ricostruzione della nuova mediana orfana di Pirlo.

3. Il comportamento sopra le righe fuori dal campo

Va poi considerato che, di fronte al rendimento eccezionale per continuità mostrato dal giocatore nei suoi quattro anni a Torino, Arturo non si è mai fatto mancare qualche bravata extra-campo.
L'INCIDENTE IN CILE. Non ultimo il fermo per guida in stato di ebbrezza in Cile, col conseguente pugno sferrato a un poliziotto. Le serate in discoteca del centrocampista avevano già fatto rumoreggiare la dirigenza bianconera nel corso della passata stagione e chissà che qualcuno non sia stufo dei comportamenti sopra le righe del centrocampista.

4. I soldi per l'acquisto di un trequartista

Con la cessione di Vidal, la Juve incasserebbe i soldi per il tanto agognato trequartista.
IPOTESI GÖTZE O OSCAR. Potrebbe essere Mario Götze a compiere il percorso inverso, da Monaco a Torino. Senza dimenticare le suggestive ipotesi Oscar e Isco. In quel caso, il tecnico livornese non sarebbe più costretto ad adattare un incursore sulla trequarti, posizione ricoperta per la maggior parte della scorsa stagione proprio dal cileno.

5. Rinnovare una squadra con la pancia piena

Infine, l'esigenza di rifondare una squadra appagata da quattro anni di trionfi potrebbe essere alla base del massiccio ricambio in casa Juventus, già alle prese con gli addii di Andrea Pirlo e Carlos Tevez.
NUOVE MOTIVAZIONI. In questo modo, si eviterebbe il rischio di finire schiacciati dal peso della gratitudine nei confronti dei propri assi, che ha sancito le disgrazie dell'Inter post triplete. Forze fresche, insomma, per trovare nuove motivazioni e migliorare, se possibile, i risultati di un ciclo già straordinario.

Tweet riguardo #Vidal

Articoli Correlati

Potresti esserti perso