Motori 16 Luglio Lug 2015 1032 16 luglio 2015

Come proteggere vernice auto

  • ...

Non tutti hanno a disposizione un box o un garage, e lasciare l’auto parcheggiata durante la notte è sempre rischioso, soprattutto se la vettura è nuova o è stata appena lucidata o riverniciata: gli agenti atmosferici e chimici possono infatti danneggiare con molta facilità la vernice dell’auto, rovinandola in maniera spesso irrimediabile. L’inceratura Per proteggere la vernice dell’auto il modo migliore è l’inceratura, almeno due volte all’anno. Si tratta di un accorgimento che garantisce ottimi risultati ma che va seguito con costanza e operando nel modo giusto, sull’auto asciutta e subito dopo averla lavata: in questo modo non si rischia che minuscoli granelli rimasti sulla carrozzeria possano rigarla durante l’inceratura. Dare la cera è il modo migliore soprattutto per evitare che il colore dell’auto sbiadisca al sole. Le lucidature nanotecnologiche Il massimo della tecnologia è rappresentato però dai prodotti nanotecnologici che vengono utilizzati per rifinire la vernice della carrozzeria dando livelli di brillantezza mai visti prima, oltre a garantire una protezione superiore a tutto ciò che potrebbe intaccarla. Oltre alla cera, vengono usati anche i sigillanti, che creano una pellicola sintetica dalle grandi capacità riflettenti a cui si può anche applicare uno strato di cera ulteriore per un risultato perfetto. Ad ogni modo, c’è un metodo infallibile per accorgersi se la lucidatura è stata effettuata nel modo giusto: dopo la pioggia, oppure bagnando la carrozzeria, le gocce sopra la vettura devono avere una forma perfettamente rotonda.

Correlati

Potresti esserti perso