Motori 16 Luglio Lug 2015 1040 16 luglio 2015

Quali sono le auto di lusso per il fisco

  • ...

Riconoscere un’auto di lusso, a primo acchito,potrebbe sembrare piuttosto facile. Se si pensa al termine di per sé stesso, vengono in mente subito i modelli di prestigio delle varie case automobilistiche. Dalla Ferrari alla Lamborghini, dalla Porche alla BMW alla Mercedes e via discorrendo. Da un certo punto di vista, queste supercar, che costituiscono il sogno di molti automobilisti, rientrano ipso facto nella categoria, ma, per la legislazione italiana non sono le uniche auto ad essere considerate di lusso. Il criterio usato per indicare un’auto di lusso Secondo la legge vigente le auto di lusso sono tutte quelle vetture che superano i 185kW di potenza, misura che, tradotta in cavalli, si aggira intorno ai 252 CV. Ciò ci pone di fronte ad una questione spinosa poiché, in effetti, basare la categoria di lusso (a livello fiscale) sulla potenza del veicolo e non sui costi effettivi dello stesso ha portato a quello che, alcuni economisti, hanno definito un paradosso in termini. Questo perché, in ultima analisi, molte auto che vengono considerate di lusso per il fisco potrebbero non apparire tali agli occhi dell’acquirente che si basa solo su una questione di prezzo e modello. Infatti, non solo molti modelli abbordabili superano i 252 CV, ma alcune degli ultimi modelli di elite delle maggiori case produttrici, sono al disotto di questa soglia e, nonostante siano auto lussuose, aggirano la norma vigente. Quantificare le spese su un’auto di lusso Conoscere la spesa relativa all’auto acquistata, dunque, si fa necessario. Per calcolare i costi su un’auto considerata di lusso da parte del fisco, basta aggiungere alla tassazione sul veicolo 20 euro per ogni kW al di sopra della soglia dei 185 di cui vi parlavamo sopra. Ad essere penalizzati, in questo senso, sono soprattutto i modelli di auto non molto recenti e, in definitiva, quelle particolarmente potenti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso