Motori 5 Agosto Ago 2015 1206 05 agosto 2015

A spasso per il Veneto con la moto

  • ...

Il Parco Naturale Regionale della Lessinia, un paradiso tra le Malghe delle Prealpi venete I monti Lessini a nord di Verona, sono un pezzo meraviglioso di prealpi venete, e gran parte del loro territorio è parco dal 1980. Il percorso ideale in moto è quello del saliscendi dai paesini delle valli (Erbezzo, Bosco Chiesanuova, Velo Veronese, Selva di Progno), fino alle malghe e ai passi ad alta quota (Passo delle Fittanze, Malga Lessinia, Malga Podestaria, Malga San Giorgio), attraverso curve divertenti di strada asfaltata e qualche possibile pezzetto di sterrato. Nei paesini ci si può fermare a gustare le prelibatezze locali, miele, dolci tipici, ottimi vini, e incontrare nei musei, ma anche nella parlata e nelle tradizioni locali, i resti della cultura dei Cimbri, un antico popolo di origini danesi, stanziatosi in queste terre nel II sec. a.C. Nelle malghe è d'obbligo una sosta per assaggiare ed acquistare formaggi tipici e pane fatto in casa, respirando a pieni polmoni l'aria frizzante d'alta quota e inebriandosi del verde dei pascoli. Il parco Regionale dei Colli Euganei, dolci colline tra terme, vigneti e storia Un altro possibile itinerario, sicuramente meno impegnativo di quello di montagna, ma ugualmente appagante, è quello che si snoda tra i Colli Euganei, colline di origine vulcanica che si innalzano sopra la pianura padana, in provincia di Padova, anch'essi parco regionale dal 1989. Un percorso classico è quello che va da Padova a Teolo, passando per le famose località termali di Abano Terme, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, e le città di Monselice ed Este con i loro importanti trascorsi storici. Il paesaggio che si apre alla vista, mentre ci si rilassa alla guida lungo le strade di collina, è il risultato della fusione armoniosa tra le ordinate coltivazioni dell'uomo e la sorprendente varietà dell'ambiente naturale, data dalle particolari origini geologiche. È proprio la conformazione sotterranea delle colline, dovuta alla loro formazione, che consente all'acqua piovana che si infiltra nel sottosuolo dalle prealpi e si riscalda scendendo in profondità nel suo percorso verso la pianura, di risalire velocemente in superficie senza perdere il calore acquistato. Le acque ad alta temperatura(circa 80 gradi) e ricche di minerali assorbiti durante il percorso, sono quelle che poi vengono usate nelle località termali dei Colli Euganei, per produrre fanghi benefici per la salute. Il Parco Regionale Veneto del Delta del Po, un paesaggio naturale unico per varietà di flora e fauna, lungo la terra che il fiume e l'uomo ha strappato al mare Ultimo ma non meno affascinante è il percorso alla scoperta dell'ambiente unico del delta del Po. Il Veneto, ha istituito nel suo territorio, 786 kmq di parco regionale, 120 mq dei quali sono stati dichiarati zona protetta, con ulteriori misure a tutela dell'ambiente. Il delta è infatti un delicato ecosistema ricchissimo di specie vegetali e animali. Il giro in moto, non può non toccare Porto Tolle con le sue isole che il fiume ha formato e l'uomo ha difeso dal mare : Donzella, Polesine Camerini, Ca'Venier, Boccasette.

Correlati

Potresti esserti perso