Motori 10 Agosto Ago 2015 1100 10 agosto 2015

Casco moto com'è fatto

  • ...

Il casco della moto è fondamentale: nel caso di un'eventuale caduta, può salvare una vita umana, proteggendo la testa del conducente. Ora, in breve, ecco com'è fatto un casco della moto:

  • La calotta esterna: la parte più resistentedel casco. E' infatti la parte preposta ad assorbire e attutire l'impatto nel caso di caduta. Spesso è fatta in policarbonato, materiale leggero e resistente, o in ABS, acronimo di Acrilonitrile butadiene stirene.
  • La calotta interna: la parte dell'imbottitura, atta ad assorbire l'impatto dall'interno. Il materiale più usato per questa parte è il polistirolo espanso. Bisogna sempre controllare che la calotta interna sia integra perché, nel caso di alterazioni, verrebbe compromessa la funzionalità stessa del casco. Nel caso quindi questa parte si sia rovinata, per la sicurezza del conducente, si consiglia di sostituire l'intero casco.
  • Il rivestimento interno: è la parte a contatto diretto con la pelle del guidatore ed è quindi realizzata in tessuti traspiranti. Dal momento che è molto soggetta a sporcizia e ad usura, si consiglia di utilizzare un foulard o un sottocasco.
  • La visiera: posta nella parte frontale, protegge il conducente da qualsiasi cosa posso disturbarne visivamente la guida: dai moscerini alla pioggia. Anche questa parte è facilmente soggetta ad usura, quali graffi o crepe. In tal caso va sostituita.
  • Le prese d'aria: poste nella parte superiore del casco, servono a garantire la ventilazione alla testa.Alcune prese d'aria si possono regolare, per consentire il passaggio di più o meno aria.
  • Il cinturino: posto alla gola del guidatore, serve a fissare il casco alla testa.Bisogna assicurarsi che, fissandolo, non sia né troppo stretto né troppo largo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso