Joseph Blatter Michel 150925184135
CALCIO 25 Settembre Set 2015 1841 25 settembre 2015

Blatter indagato in Svizzera: milioni 'sospetti' a Platini

Il presidente Fifa di nuovo nei guai: è accusato di frode e appropriazione indebita. Nel mirino un versamento all'attuale numero uno Uefa.

  • ...

Joseph Blatter e Michel Platini.

Nuovi guai per Joseph Blatter. Che stavolta finisce col tirare in ballo pure l'acerrimo nemico Michel Platini.
Il procuratore generale della Svizzera ha aperto un procedimento penale a carico del presidente Fifa. Il numero uno della Federcalcio mondiale, che è già stato interrogato, è sospettato di gestione fraudolenta e appropriazione indebita. Ma la novità forse più clamorosa è un'altra: l'inchiesta coinvolge anche Michel Platini.
VERSAMENTO SOSPETTO. Si sospetta, infatti, sempre da parte di Blatter, un versamento illegale di 2 milioni di franchi svizzeri a favore dell'allora vicepresidente per «lavori forse falsamente effettuati» tra il 1999 e il 2002. Platini è stato sentito come testimone.
CONTRATTO SUI DIRITTI TIVÙ. Sono due, in ogni caso, le vicende su cui indaga la procura svizzera.
Oltre alla questione che riguarda Platini, attuale presidente dell'Uefa, nell'altra Blatter è sospettato di aver firmato un contratto sui diritti tivù sfavorevole alla Fifa con l'Unione caraibica di calcio, all'epoca presieduta da Jack Warner.
CONFERENZA STAMPA ANNULLATA. L'inatteso contrattempo ha impedito a Blatter di dirigere la tradizionale conferenza stampa post-comitato esecutivo, cancellata a sorpresa per motivi chiariti solo dal comunicato ufficiale della procura. Il colpo di scena potrebbe accelerare il suo tramonto: il comitato di etica Fifa può decidere di sospenderlo dalle funzioni presidenziali e in quel caso il camerunense Issa Hayatou, vicepresidente vicario, sarebbe il primo sulla lista per ricoprire la funzione sino al voto di febbraio. Il comitato di etica aveva già sospeso il segretario generale Jerome Valcke, sospettato di aver lucrato sulla rivendita dei biglietti del Mondiale 2014. Il francese è stato rilevato dalla proprie funzioni sulla base di accuse apparse nei media, ma non è ufficialmente indagato.
DESTITUZIONE IMMINENTE? La 'destituzione' di Blatter, non fosse che per una questione di coerenza, sembra quindi imminente. La Fifa ha solo confermato, tramite un comunicato stampa, che «oggi rappresentanti dell'ufficio della procura generale svizzera hanno effettuato interrogatori e raccolto documenti per proseguire le indagini iniziate il 27 maggio. La Fifa, che ha sempre cooperato con la giustizia, ha facilitato le indagini».

Correlati

Potresti esserti perso