Impatto Valentino Rossi 151026152955
MOTOMONDIALE 26 Ottobre Ott 2015 1530 26 ottobre 2015

Rossi-Marquez, polemica senza fine: anche lo sport si spacca

Il Coni si schiera con Valentino. Lippi lo difende. Ma la Spagna carica a testa bassa.

  • ...

La sequenza dell'impatto tra Valentino Rossi e Marc Marquez.

No, non basteranno 15 giorni per spegnere l'incendio divampato tra le curve di Sepang.
Valentino Rossi in un angolo, Marc Marquez nell'altro, uno scontro tra pesi massimi dove i toni non accennano a diminuire. E se la lunga marcia verso Valencia è già partita, la ferita lacerante provocata quella maledetta cuva continua a spaccare l'opinione pubblica.
Divisa tra chi sta con Valentino e chi non gli concede alcun alibi.
IL CONI DIFENDE ROSSI. Ma se il nove volte campione del mondo minaccia di non presentarsi al via nella gara che potrebbe ancora consegnarlo alla leggenda, all'indomani del fattaccio l'Italia sembra essersi ricompattata attorno al pesarese. Sarà stata la visione dell'inedito filmato che mostra il casco dello spagnolo appoggiarsi al 46 poco prima del calcetto, sarà semplice campanilismo, fatto sta che la maggior parte degli osservatori esterni ora tende la mano al Dottore.

  • Il video che 'scagionerebbe' Valentino Rossi.


Se persino il Coni, per bocca del presidente Giovanni Malagò, si schiera così nettamente dalla sua parte qualcosa vorrà pur dire.«Valentino stesso ha riconosciuto di essere cascato nella provocazione», ha dichiarato il numero uno dello sport italiano. «C'è una responsabilità da parte sua, però io voglio assolutamente difenderlo e non per un fatto istituzionale. Credo così facendo si sia falsato il mondiale». Secondo Malagò, «la poca sportività dimostrata da Marquez» conferma quanto le dichiarazioni della vigilia di Rossi «fossero assolutamente vere».
MALAGÒ: «VALE DEVE GAREGGIARE A VALENCIA». Il pilota pesarese potrebbe decidere di saltare l'ultimo Gp in Spagna, ma Malagò lo invita a cambiare idea. «Capisco il suo rammarico e la sua rabbia perché oggettivamente sarebbe un risultato straordinario per lui vincere questo decimo mondiale dopo una stagione strepitosa. Se potessi dargli un consiglio gli direi invece di partecipare per non dare alibi e soddisfazione alle persone che hanno creato questi problemi».
PARLAMENTARI PD: «IL FILMATO DÀ RAGIONE A ROSSI». A dimostrazione della risonanza mediatica della caso, anche la politica ha sentito il bisogno di far sentire la propria voce. Nella fattispecie, diversi parlamentari del Partito democratico hanno twittato messaggi di solidarietà a Rossi. «Guardate il filmato», ha cinguettato il deputato Ernesto Carbone. «Io avrei fermato la moto e parcheggiato, così il calcio glielo avrei dato bene». Anche il vicepresidente del Pd Matteo Ricci ha rilanciato le immagini del video che scagionerebbe il pilota: «Ha ragione Valentino Rossi. Non falsate il Moto GP. #iostoconVale». E pure Stefano Esposito, senatore dem e oramai ex assessore ai Trasporti di Roma, si è schierato con un tweet: «La punizione inflitta a Valentino Rossi è assolutamente ingiusta, le immagini lo dimostrano #iostoconVale».

Lippi e Materazzi solidali, Stoner sta con Marquez

Valentino Rossi e Marc Marquez.

Per Marco Materazzi, che giocò la parte del 'provocatore in occasione' della testata di Zinedine Zidane che molti hanno accomunato al gesto di Vale, «ci sono uomini e piccoli bambini». Una frase seguita dall'hashtag #difendiamoVale46 che rivela un inequivocabile messaggio di solidarietà per l'amico campione. Sulla stessa lunghezza d'onda Marcello Lippi. «Valentino Rossi è caduto in un trappolone, io sto assolutamente con lui». «Che tristezza chi dice che Valentino si meritava una punizione più grande», ha aggiunto l'ex ct azzurro.
FIORELLO: «IO STO CON VALE». «Come sempre, un grande campione suscita grande invidia», è il messaggio di Fiorello, «se mi provocano reagisco e passo dalla parte del torto... E dopo me ne dispiaccio.. Dajeeeee Vale!»
RAJOY CENSURA IL PESARESE. Per trovare i censori del pesarese, evidentemente, occore uscire dai confini italiani.
In Spagna i toni sono durissimi, tanto che persino il premier Mariano Rajoy ha voluto mostrare sostegno a Marquez e biasimo per Vale. «Nello sport, come nella vita, non vale tutto», ha commentato nel condannare la dinamica dell'incidente.
BIAGGI FA I COMPLIMENTI A LORENZO. Criptico il messaggio di Max Biaggi, che probabilmente trasuda ancora della rivalità che fu. «Condotta di gara intelligente, un bravo e freddo Lorenzo», ha scritto il pilota romano per poi aggiungere: «Del resto meglio non parlarne!!!». Per Casey Stoner, invece, se al posto di Rossi «ci fosse stato qualcun altro si sarebbe beccato immediatamente una bandiera nera». Identiche parole spese dall'ex campione di Superbike Carl Fogarty.
AGOSTINI: «VALE HA SBAGLIATO A REAGIRE COSÌ». Anche una leggenda delle due ruote come Giacomo Agostini non è stata particolarmente tenera nei confronti del Dottore. «Le immagini le abbiamo viste tutti, è innegabile che Valentino abbia sbagliato, sicuramente si è sentito provocato, ma non doveva reagire a quel modo. Ora per il mondiale si fa dura, resta ancora aperto, ma il favorito, che prima era lui, ora è Lorenzo».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso