Lionel Messi Neymar 160126191347
REPORT 26 Gennaio Gen 2016 1532 26 gennaio 2016

Calcio, quanto costa vincere in Europa

Spese folli e zero successi. Nel 2015 soltanto il Barcellona investe con profitto. La Juve davanti alla Roma sborsando la metà.

  • ...

Lionel Messi, Neymar e Luis Suarez: il tridente del Barcellona campione d'Europa.

Lo strapotere economico dei top club europei è da oltre un decennio sotto la lente degli analisti finanziari.
I fiumi di denaro riversati sul mercato per la compravendita dei calciatori finiscono sempre più spesso per essere oggetto di discussione, aprendo la riflessione all'opportunità d'introdurre misure come il fair play finanziario o un ipotetico salary cap sul modello statunitense.
QUATTRO LEGHE A CONFRONTO. Ma davvero chi più spende più guadagna? Il report Goalnomics pubblicato da Ticketbis sembra andare in un'altra direzione, raffrontando gli investimenti delle superpotenze europee sulle quattro principali leghe continentali, Inghilterra, Spagna, Italia e Germania, nella stagione 2014/15.
BARÇA, SOLDI BEN SPESI. Ebbene, in questo caso, solo il Barcellona è stato capace di laurearsi campione nella Liga essendo allo stesso tempo la squadra che più aveva investito durante la campagna acquisti.
Chelsea, Juventus e Bayern Monaco, viceversa, hanno conquistato il titolo pur non guidando le rispettive classifiche degli investimenti nazionali
LA PREMIER SBORSA IL DOPPIO DELLA LIGA. Osservando il dato nel suo complesso, si può notare come la Premier League inglese abbia doppiato la Liga spagnola per mole di denaro immessa sul mercato: solo terza l'Italia.
Il campionato inglese, nello specfico, ha speso nella sola stagione 2014/15 oltre 1.210 milioni di euro, mentre le squadre spagnole hanno investito poco più di 551 milioni.
GLI SPRECHI DEL MANCHESTER UNITED. Dal canto suo, la squadra che ha investito di più è stata il Manchester United, capace di sborsare 195 milioni di euro per portare a casa la bellezza di zero titoli.
A ruota di Inghilterra e Spagna seguono la Serie A, con 430 milioni versati, e la Bundesliga, con 363.
Va detto, tuttavia, che malgrado i massicci investimenti, negli ultimi cinque anni solo una squadra inglese è riuscita ad aggiudicarsi la Champions League, il Chelsea nella stagione 2011/12.
JUVE DAVANTI ALLA ROMA CON METÀ INVESTIMENTI. Nella nostra Serie A è la Roma a detenere il primato in termini di investimenti, con ben 100,56 milioni di euro: la segue, a grande distanza, la Juventus, ferma a 'soli' 46. Denaro comunque sufficiente per la conquista del 33esimo scudetto.
Quanto alla Spagna, Real Madrid e Barcellona non vantano solo spettatori da tutto il mondo e il record di magliette vendute: sono anche i club che hanno speso più denaro in acquisti, rispettivamente 143 e 166 milioni di euro.

Ogni gol ha un prezzo diverso: a Napoli lo stadio più economico

Tifosi del Napoli sugli spalti dello stadio San Paolo.

Il report Golnomics si è divertito pure a calcolare quanto 'costa' assistere a un gol nei diversi stadi del mondo. Non tutti i tifosi, si sa, lo festeggiano con la stessa frequenza, né pagano la stessa somma per vedere il pallone insaccarsi in rete.
Il prezzo di un gol è stato calcolato attraverso una formula che combina la media delle reti messe a segno in ogni stadio con il prezzo medio degli ingressi.
L'OLIMPICO DI TORINO IL PIÙ CARO. Si ricava così che in Italia lo stadio Olimpico di Torino è quello con il prezzo medio del gol più caro (62,30 euro), oltre il triplo rispetto al San Paolo di Napoli (18,32 euro), lo stadio in assoluto più economico, anche guardando alle altre grandi leghe europee.
PREMIER ANCORA DAVANTI ALLA LIGA. La Serie A è - tra i quattro grandi campionati europei - quello in cui assistere a un gol costa meno (40,49 euro di media). In prima posizione la Premier League, dove veder segnare è più dispendioso (71,80 euro ). Al secondo posto la Liga spagnola (euro 67,49), terza la Bundesliga con un costo medio di euro 58,95. Lo stadio più costoso? Quello del Chelsea: ogni tifoso di casa a Stamford Bridge ha pagato a caro prezzo ciascun gol, vale a dire 103,58 euro.
LIGA PIÙ INTERNAZIONALE. I grandi club europei, si sa, hanno trovato nel turismo calcistico un filone di rilievo, che muove ogni volta più persone e pertanto più denaro. Quanto alle nazionalità, la Liga spagnola è tra tutte la più internazionale e attrae turisti di almeno 19 Paesi diversi ogni fine settimana. Ma anche la Serie A vanta buoni numeri, con un totale di 75 nazionalità diverse che hanno avuto acceso ai campi italiani durante tutto il 2015.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso