Bayern 160316232523
CALCIO 16 Marzo Mar 2016 2300 16 marzo 2016

Bayern-Juventus, bianconeri eliminati: finisce 4-2

La squadra di Allegri in vantaggio fino al 90esimo. Poi il pareggio e il tracollo nei supplementari. Dominio dei tedeschi dal secondo tempo in poi.

  • ...

Il gol del pareggio di Thomas Mueller.

Sfuma il sogno della Juventus a Monaco. Il Bayern vince e si qualifica ai quarti della Champions League, battendo in rimonta 4-2 i bianconeri. Sono serviti i supplementari, perché la squadra di Allegri era avanti 2-0 e si è fatta raggiungere al 91esimo.
Nell'extra-time il tracollo, con le reti decisive firmate da Thiago Alcántara e Coman.
NEL PRIMO TEMPO JUVE IMPECCABILE. La Juventus ha giocato un primo tempo impeccabile. Poi però si è spenta la luce, sotto la pressione forsennata dei tedeschi che hanno chiuso i bianconeri nella loro metà campo, impedendo l'organizzazione delle ripartenze.
Il match si è sbloccato al quinto minuto di gioco, con Pogba bravo a sfruttare un’incomprensione tra Alaba e Neuer. Poi lo splendido 0-2, con l'incredibile cavalcata di Morata che, partito in dribbling dalla sua area di rigore, ha evitato tutti gli avversari e servito Cuadrado, bravo e freddo a insaccare il raddoppio. Il colombiano, prima dell’intervallo, ha avuto un’altra occasione d’oro, ma Neuer gli ha negato il gol che avrebbe potuto tagliare le gambe agli avversari.
BAYERN SPIETATO NELLA RIPRESA. Nella ripresa è tutta un'altra partita. Il Bayern attacca a testa bassa con lucidità e velocità, mentre la Juventus arretra impaurita, rinunciando a fare gioco. Lewandowski di testa riapre la sfida al minuto 73, ma l'assalto della squadra di Guardiola continua fino all'ultimo respiro. L'assedio viene premiato dal pareggio di Müller, sempre di testa, al 91esimo. Si va così ai tempi supplementari. Il primo trascorre senza particolari emozioni, nel secondo invece Thiago Alcantara e l’ex Coman, entrati entrambi a gara in corso, completano il sorpasso e fissano il punteggio sul 4-2. C'è ancora qualche minuto prima del fischio finale e l'ultima occasione è per Sturaro, protagonista della gara d'andata, che stavolta spara alle stelle il possibile pallone del 4-3.
BUFFON: «ORGOGLIOSO DELLA SQUADRA». Il capitano della Juventus, Gigi Buffon, a caldo subito dopo la sconfitta si è detto orgoglioso della prestazione della sua squadra: «Il calcio è fatto di episodi e di situazioni che si creano durante la gara. Nel secondo tempo loro hanno fatto una gara prettamente offensiva e hanno concretizzato le occasioni. Il rammarico non è aver preso i due gol, ma aver subito il pari al 90esimo. Sono orgoglioso della squadra che siamo». Per Buffon «questa sconfitta deve farci capire che siamo saliti di un altro gradino nel nostro percorso di crescita, è un ottimo viatico per riuscire ad arrivare, nei prossimi due anni, a quel traguardo che tutti vogliamo. Stasera potevamo uscire, ma un conto è farlo in maniera ignobile, un altro è farlo dopo una prestazione del genere».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso