PERSONAGGI 3 Aprile Apr 2016 1239 03 aprile 2016

Cesare Maldini è morto

L'ex giocatore del Milan ed ex allenatore della Nazionale italiana di calcio si è spento a 84 anni. Nel 1963 fu il primo italiano a sollevare la Coppa dei Campioni.

  • ...

Addio alla colonna storica dei rossoneri. Si è spento a 84 anni Cesare Maldini, ex giocatore del Milan ed ex allenatore della Nazionale italiana di calcio e padre di Paolo, difensore rossonero (guarda le immagini della carriera). A darne notizia la famiglia, che in una nota «annuncia con immenso dolore la scomparsa di Cesare nella notte tra sabato 2 e domenica 3 aprile» a Milano.
AL MILAN DAL 1954 AL 1966. Nato a Trieste il 5 febbraio 1932, dopo aver esordito a 21 anni con la maglia della Triestina, è passato al Milan nel 1954 giocando come difensore fino al 1966. Da capitano, nel 1963, quando in panchina c'era Nereo Rocco, ha sollevato la Coppa dei Campioni dopo aver battuto il Benfica di Eusebio a Wembley. Con i rossoneri ha vinto anche quattro scudetti.
Nella sua ultima stagione giocò nel Torino.

La carriera da allenatore: da vice di Nereo Rocco a Ct della Nazionale

Nel 1971 comincia la carriera da allenatore, prima al Milan come vice di Nereo Rocco per tre stagioni, poi al Foggia, alla Ternana e infine in Serie C1 con il Parma, che porterà in Serie B. Dal 1980 al 1986 è stato allenatore in seconda degli azzurri. Fu quindi anche merito suo, oltre che di Enzo Bearzot, la vittoria dell'Italia ai Mondiali di Spagna nel 1982. Dal 1986 al 1996 ha allenato la nazionale italiana Under 21, con cui ha vinto tre campionati europei.
CT AZZURRO NEL 1996. Nel 1996 è passato sulla panchina della nazionale maggiore portando gli azzurri ai Mondiali di Francia del 1998. In quell'occasione aveva utilizzato Roberto Baggio in staffetta con Alessandro Del Piero ed era uscito, come aveva sottolineato, «per un tanto così». Gli occhi lucidi di Maldini senior sono una delle immagini forti di quella sfida, come pure la sua signorilità nell'accettare la sconfitta e un esonero immeritato.

Gli ultimi anni: da commissario del Paraguay a opinionista tivù

Nel 2001, a 69 anni si è reinventato una nuova vita calcistica, diventando il ct del Paraguay e guidandolo ai Mondiali del 2002 fino alla sfida degli ottavi di finale persa contro la Germania. Negli ultimi anni lo volevano come ct anche negli Emirati Arabi, ma lui preferì fare il commentatore televisivo, ingaggiato daper l'emittente Al Jazeera. Cesare è capostipite di una dinastia di calciatori: dopo suo figlio Paolo, ora c'è suo nipote Christian, che gioca, difensore, nella primavera dei rossoneri.
IL MILAN SCENDE IN CAMPO IN LUTTO. Domenica 3 aprile il Milan, a Bergamo contro l'Atalanta, scende in campo con il lutto al braccio.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso