Lionel Messi 150325185802
CASO 31 Maggio Mag 2016 1642 31 maggio 2016

Lionel Messi a processo per evasione fiscale

Sottratti 4,16 milioni al fisco. Nessuna archiviazione per il campione del Barcellona.

  • ...

Lionel Messi, attaccante del Barcellona.

È abituato ad attaccare, ma stavolta Lionel Messi dovrà difendersi. E dovrà farlo in un processo per frode fiscale. Il giudice Jesús Navarro ha infatti accolto la richiesta dell'accusa, considerando «rilevanti» i suoi argomenti e respingendo la richiesta di annullamento del processo.
Nessuna archiviazione, quindi, per il campione del Barcellona e suo padre Jorge Horacio, accusati di aver evaso il fisco per 4,16 milioni di euro legati ai proventi sui diritti d'immagine del giocatore incassati tra il 2007 e il 2009.
LA MAMMA NON TESTIMONIA. Tra i testimoni non ci sarà la mamma di Messi, Celia Cuccitini, mentre sarà presente Angel Castell, manager di una delle società implicate nel caso, ritenuto teste chiave dalla difesa del calciatore.
Nella prima seduta, quella del 31 maggio, Messi era assente giustificato da certificato medico, mentre la sua presenza è attesa per giovedì 2 giugno. Assente anche il padre.
Per l'avvocato di Messi si tratta di «un un processo ancora tutto da giocare».
IL LEGALE DEL PADRE: «MAI TENUTO I CONTI». Il legale di Jorge, invece, ha spiegato che «non è assolutamente vero che Leo ha detto che il mio assistito teneva i conti, ma soltanto che aveva assunto dei consulenti fiscali».
Nessuno sconto per la Pulga, che nel 2013 aveva saldato il suo debito col fisco spagnolo versando 5 milioni di euro. Ma non è bastato.

Correlati

Potresti esserti perso