Olimpiadi 150731132304
SPORT 3 Giugno Giu 2016 1447 03 giugno 2016

Olimpiadi, un italiano tra gli 8 nuovi membri del Cio

Si tratta di Ivo Ferriani, presidente della Federazione Internazionale di Bob e Skeleton. Roma è in corsa per i Giochi del 2024.

  • ...

L'esecutivo del Cio (il Comitato olimpico internazionale) ha approvato una lista di otto nuovi membri che verranno messi in votazione (con esito affermativo scontato) alla sessione del 2 agosto a Rio de Janeiro.
Tra questi 8 nuovi grandi elettori per l'assegnazione dei Giochi del 2024, per i quali è in corsa Roma, c'è anche un italiano: Ivo Ferriani, n.1 mondiale della Federbob e Skeleton. Gli altri 7 sono: Ambani (India), Essayah (Finlandia), Moreno (Colombia), Rapilla (Papua Nuova Guinea), Singh (Sud Africa), Smith (Canada), e Stoss (Austria).
FUORI FANTINO. Molta sorpresa (restano infatti fuori dalla lista i presidenti mondiali di calcio e atletica, Gianni Infantino e Seb Coe) e altrettanta curiosità hanno destato negli ambienti sportivi internazionali le decisioni del Presidente Thomas Bach e dell'Esecutivo del CIO.
I futuri dirigenti del Comitato Olimpico Internazionale non vengono infatti tutti dal mondo dello sport. Banche, cinema, affari e politica sono tra i principali filoni in cui sono stati individuati questi otto membri.
84 ELETTORI PER IL 2024. Con questa nuova infornata, i membri effettivi del CIO diventano 99, ma tra quelli che scadranno nel 2016 e quelli che non potranno votare perché appartenenti ai Paesi delle città candidate, il numero dei votanti per la sessione del 13 settembre 2017 a Lima, quando verrà decisa l'assegnazione delle Olimpiadi 2024, è di fatto ridotto a 79, ai quali si aggiungeranno altri cinque nuovi membri in quota atleti che verranno eletti a Rio nel prossimo agosto dai partecipanti ai Giochi, per un totale potenziale di 84 votanti.
Ecco chi sono gli 8 nuovi membri

IVO FERRIANI, 56 anni, nato a Grugliasco (Torino), azzurro di bob in 4 edizioni dei Giochi Olimpici, è diventato nel 2010 presidente della Federazione Internazionale di Bob e Skeleton ed è quindi eletto nella quota federazioni internazionali dove l'Italia fino al 10 giugno prossimo avrà ancora Ottavio Cinquanta, il quale tra una settimana lascerà la carica di presidente della Federazione Internazionale del Ghiaccio e decadrà da membro Cio. Quindi l'Italia con Ferriani continuerà ad avere tre membri (con Carraro e Pescante) ma col cambio delle guardia nelle discipline invernali.
NITA AMBANI, 52 anni, è la moglie di Mukesh Ambani, considerato l'uomo più ricco dell'India (36° al mondo) con un patrimonio di oltre 20 miliardi di dollari, basato soprattutto su televisioni e petrolio. La moglie è proprietaria del Mumbai Indians, una franchigia di cricket nella Premier League indiana.
SARI ESSAYAH, 49 anni, è una politica finlandese, europarlamentare fino al 2014, attualmente è parlamentare e Presidente del Partito dei Democratici Cristiani. Padre di origini marocchine, è stata campionessa mondiale di atletica leggera nei 10 km di marcia ai Mondiali di Stoccarda nel 1993. Ha disputato due Olimpiadi, finendo quarta a Barcellona, e poi si è data alla politica approdando prima a Strasburgo e poi al parlamento finlandese.
LUIS ALBERTO MORENO, 63 anni, di famiglia colombiana, ma nato a Filadelfia, ha sempre avuto doppia cittadinanza ma dovette rinunciare a quella statunitense quando fu nominato ambasciatore della Colombia negli Usa (1998-2005), stabilendosi comunque a Washington, dove attualmente vive perché da 11 anni è Presidente della Banca Interamericana del Commercio. Fa parte della Commissione Relazioni Internazionali del Cio (Presidente Mario Pescante, tra i componenti c'è anche il Presidente del Coni, Giovanni Malagò).
AUVITA RAPILLA, 45 anni, la più giovane della prescelte, è il Segretario Generale del Comitato Olimpico di Papua Nuova Guinea. Premiata con il Trofeo 'Sport e Donna' del Cio nel 2009, è membro dell'esecutivo dell'Associazione dei Comitati Olimpici Mondiali, e, come Moreno, fa parte della Commissione Rapporti Internazionali del Cio.
ANANT SINGH, 60 anni, è il più importante e famoso produttore cinematografico del Sud Africa. Molto impegnato nel combattere l'apartheid, è stato un grande amico di Nelson Mandela. Nel 2013 ha realizzato il film: 'Nelson Mandela, un lungo cammino verso la libertà', presentato al festival di Toronto pochi giorni prima della scomparsa del grande leader africano.
TRICIA SMITH, 49 anni, presidente da sette mesi del Comitato Olimpico Canadese. È stata argento ai Giochi di Los Angeles nel due senza di canottaggio. Laureata in legge, avvocato, è membro del Tas di Losanna. Dal 2013 è Vice Presidente della Federazione Internazionale di Canottaggio. A novembre scorso invece è stata eletta al vertice dello sport canadese in seguito alle dimissioni cui è stato costretto il suo predecessore perché accusato di molestie sessuali.
KARL STOSS, 59 anni, presidente da sette anni del Comitato Olimpico Austriaco. Con un passato in gioventù da pallanotista, è diventato presto uno dei manager più affermati in Austria (con incarichi in banche e assicurazioni), fino ad arrivare a ricoprire l'attuale incarico di Direttore Generale della Società che gestisce i Casinò in Austria.

Correlati

Potresti esserti perso