Alex Schwazer 160622182505
ALETICA 25 Giugno Giu 2016 1239 25 giugno 2016

Doping, la difesa di Schwazer: «Forse colpa di una bistecca»

Il legale:  «Impossibile dimostrarlo con certezza dopo sei mesi». Presentata denuncia contro ignoti.

  • ...

Alex Schwazer.

Tutta colpa di una bistecca? Potrebbe esserci una cena dietro la positività di Alex Schwazer, al centro di un nuovo scandalo legato alla presunta assunzione di anabolizzanti.
L'ipotesi è dell'avvocato difensore, Gerhard Brandstaetterm, secondo il quale l'animale dal quale sarebbe stata ricavata la bistecca potrebbe essere stato trattato con ormoni della crescita, come spesso avviene in molti allevamenti intensivi. «Però», ha spiegato il legale, «dopo sei mesi non è più dimostrabile, quindi non sarà parte della strategia di difesa».
CENA DEL 31 DICEMBRE. Il campione altoatesino avrebbe mangiato la bistecca in questione il 31 dicembre, il giorno prima del test incriminato. «Noi puntiamo nella nostra strategia di difesa» - ha spiegato Brandstaetterm - «a evidenziare tante diverse irregolarità che abbiamo dovuto riscontrare. Le irregolarità partono da gennaio, poi su questa prova, allora risultata negativa, è stato chiesto dalla Wada un altro test a maggio. Per noi queste sono altre anomalie».
DENUNCIA CONTRO IGNOTI. «La nostra strategia» - ha aggiunto il legale - «è quella di raccogliere e rendere note tutte le incongruenze».
Intanto è stata presentata alla procura di Bolzano la denuncia penale a carico di ignoti nella quale si ipotizzano i reati di frode sportiva e falso.

Correlati

Potresti esserti perso