Samuel Eto'o
24 Novembre Nov 2016 2155 24 novembre 2016

Evasione fiscale, chiesti 10 anni di carcere per Eto'o

Il calciatore camerunense avrebbe sottratto al fisco 3,5 milioni tra il 2006 e il 2009.

  • ...

Dopo Messi, Neymar e Mascherano, è il turno di Eto'o. Non c'è davvero pace in casa Barcellona che a 24 ore di distanza dall'inchiesta che ha visto coinvolto 'O'Ney' (rischia due anni di carcere e una multa di 10 milioni) vede il suo nome di nuovo al centro di una vicenda di frode fiscale che risale agli anni 2006-2009, quando l'asso camerunense era una stella di prima grandezza della squadra allenata all'epoca prima da Frank Rijkaard e poi da Pep Guardiola.

CHIESTA CONDANNA ANCHE PER L'AGENTE. Eto'o, oggi 35enne calciatore in Turchia e grande protagonista del triplete interista, secondo quanto ha rivelato il 24 novembre El País, rischia una condanna a 10 anni e mezzo di reclusione e una multa di 14 milioni per frode fiscale. E la stessa pena, avanzata dalla procura di Barcellona, è stata richiesta anche per l'ex agente, Josep Maria Mesalles. In base alle indiscrezioni del più diffuso giornale spagnolo, l'ex stella del Barcellona avrebbe evaso tasse per 3,5 milioni tra il 2006 e il 2009.

SOTTO TIRO ANCHE PER I DIRITTI D'IMMAGINE. Ma non finisce qui, perché l'Agenzia delle Entrate spagnola lo ha messo sotto tiro anche per la gestione dei diritti d'immagine: secondo l'accusa, Eto'o, che riceveva dalla Puma tra i 1,5 e i 3 milioni a stagione, è riuscito ad evitare le imposte simulando la cessione dei diritti a due società create ad hoc: la spagnola Bulte 2002 e l'ungherese Tradesport, aggirando così i vincoli Irpef. Di fatto, anziché versare all'erario l'aliquota fissata per gli scaglioni più alti (il 45%), con l'escamotage delle società-fittizie, il calciatore si limitava a versare l'aliquota molto più bassa destinata appunto alle società. Il calciatore ha cercato di discolparsi rigettando ogni responsabilità su Mesalles, col il quale è in rotta da diverso tempo con tanto di denunce e carte bollate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso