Apice
2 Dicembre Dic 2016 1635 02 dicembre 2016

Non solo Rosberg: dalla Pennetta a Platini, chi si è ritirato all'apice

Il campione di Formula 1 lascia a 31 anni, cinque giorni dopo aver vinto il suo primo mondiale. Tutti i precedenti celebri di chi ha mollato mentre era sulla cresta dell'onda.

  • ...

Nico Rosberg ha stupito tutti con il suo addio alla Formula 1 solo cinque giorni dopo essere diventato campione del mondo, ma non è certo il primo ad aver scelto di mollare sulla cresta dell'onda. Altri campioni hanno «scalato la loro montagna», per dirla con le parole del neolaureato campione di Formula 1, e hanno deciso che non c'era altro traguardo. Michel Platini, Casey Stoner, Flavia Pennetta: nomi della storia dello sport, di ieri e di oggi, che hanno preso tutti in contropiede con il loro addio. Alcuni hanno impiegato anche meno tempo di Rosberg per annunciare il loro ritiro dopo aver conquistato un grande risultato.

Flavia Pennetta dopo l'Us Open

È ancora fresca e importante per gli sportivi l'immagine di Flavia Pennetta che, un minuto dopo aver vinto l'Us Open 2015, il suo più grande successo professionale, annunciò l'intenzione di lasciare il tennis.

Marcello Lippi dopo il Mondiale

A modo suo, anche Marcello Lippi lasciò all'apice, dando le dimissioni da ct della nazionale tre giorni dopo aver vinto il Mondiale 2006. Poi però la passione fu più forte e dopo due anni tornò in panchina.

Casey Stoner a 26 anni

Era all'apice della carriera anche Casey Stoner, quando a soli 26 anni diede una grande delusione a tutti gli amanti del motociclismo lasciando il Mondiale dopo due titoli conquistati nella MotoGp.

Tania Cagnotto dopo l'argento di Rio

Tania Cagnotto ha annunciato il ritiro appena dopo aver conquistato l'argento nel trampolino da tre metri sincronizzato a Rio 2016, arricchito dal successivo bronzo sempre dai tre metri. Quattro anni prima, ai Giochi di Londra, aveva provato la delusione più grande sfiorando il podio per due volte.

Mark Spitz al settimo oro

Andando indietro nel tempo, nel 1972, fu il fuoriclasse del nuoto Mark Spitz a dare l'annuncio dell'addio dopo aver vinto sette medaglie d'oro alle Olimpiadi, risultato fino ad allora mai raggiunto da nessun atleta ai Giochi olimpici. Aveva solo 22 anni.

Michelle Platini dalla Juventus

Nel calcio, il caso più celebre è sicuramente quello di Michel Platini. L'attaccante francese della Juventus si è ritirato a 32 anni dopo aver vinto due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa Europea, una Coppa delle Coppe, un Campionato Europeo e tre Palloni d'oro.

Shane Gould a 16 anni

Meno ancora, solo 16, ne aveva l'australiana Shane Gould, che si ritirò poci mesi dopo aver vinto tre ori sempre a Monaco '72.

Ian Thorpe dopo cinque ori

Sempre nel nuoto, fece scalpore la scelta dell'australiano Ian Thorpe di uscire dalle vasche nel 2006, a 24 anni, dopo aver vinto cinque ori olimpici e undici titoli mondiali. Anni dopo tornò a gareggiare, ma fu un flop.

Rocky Marciano dopo 49 successi di fila

Più mature, ma prese sempre dall'alto di un castello di trionfi, le scelte adottate da grandi campioni del pugilato. Rocky Marciano a 32 anni lasciò il ring imbattuto e dopo 49 successi di fila nei pesi massimi, nel 1955.

Floyd Mayweather nel 2015 da imbattuto

Sessant'anni dopo lo ha imitato Floyd Mayweather, che con un identico record, ma in varie categorie, ha mollato tutto a 38 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati