Federer 2
TENNIS 29 Gennaio Gen 2017 1319 29 gennaio 2017

Federer batte Nadal e vince gli Australian Open

Il tennista svizzero ha sconfitto il rivale spagnolo dopo cinque set (6-4, 3-6, 6-1, 3-6, 6-3) nella finale più attesa.

  • ...

Roger Federer ha vinto gli Australian open, a Melbourne, battendo in cinque set lo spagnolo Rafa Nadal, rivale di sempre. Di 6-4, 3-6, 6-1, 3-6, 6-3, il punteggio a favore dello svizzero, che torna sul trono di un torneo del Grande slam.

Sono passati cinque anni dall'ultimo trionfo in uno Slam di Roger Federer, che si era imposto nell'ultima volta nel 2012 a Wimbledon. Da allora sono lacrime di rabbia e delusione - e un infortunio al ginocchio sinistro negli ultimi tempi - prima del trionfo odierno.

VITTORIA DOPO 3 ORE E 38 MINUTI. Per lo svizzero, 36 anni il prossimo agosto, sono stati decisivi i due break finali, che gli sono valsi il 18/o titolo Slam carriera, dopo 3 ore e 38 di gioco. Federer nel quinto set ha recuperato da 1-3 a 6-3, quindi è scoppiato in lacrime. Questa volta per la gioia. Federer aveva perso sei delle otto precedenti finali Slam contro Nadal. Ora il bilancio dei 35 incroci dice 12 Federer, 23 Nadal.

«PECCATO NON ESISTA IL PAREGGIO». «Da 20 anni vengo qui e a Melbourne mi sono sempre divertito, oggi si diverte anche la mia famiglia...», ha detto lo svizzero dopo la finale. Federer ha reso omaggio al suo rivale storico, durante la premiazione sul campo della Rod Laver Arena.

«Spero di rivedere tutti il prossimo anno e, se non fosse così, è stato fantastico. È stata un'incredibile vittoria, oggi mi andava anche bene perdere da Nadal. Peccato che nel tennis non esita il pareggio».

I COMPLIMENTI A RAFA. «Tutti dicono che lavorano duro, io cerco di non mollare, c'è gente come Rafa che ha lavorato duro come me», ha aggiunto Federer, «e so quanto abbiamo lavorato per essere qua. È stata una corsa fantastica, complimenti anche al tuo team, Rafa. Il tour ha bisogno di gente come Rafa. Per chi gioca qui è un'esperienza fantastica. Ho lottato fino alla fine e ho fatto quello che potevo fare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati