Andrea Agnelli
CALCIO & GIUSTIZIA 15 Marzo Mar 2017 1737 15 marzo 2017

Juventus, Bindi: «Agnelli sarà sentito dall'Antimafia»

L'avvocato Chiappero, ascoltato dalla Commissione parlamentare, ha dato la disponibilità del presidente bianconero a fare luce sulla cessione di biglietti a gruppi ultras.

  • ...

Anche il presidente della Juventus Andrea Agnelli sarà ascoltato dalla Commssione parlamentare Anti-mafia per far luce sulla vicenda che vede il club bianconeri sotto osservazione per la presunta cessione di biglietti a soggetti legati alla criminalità organizzata. L'audizione è stata ufficializzata al termine del colloquio che ha visto protagonista l'avvocato della Juventus Luigi Chiappero, che ha soottolineatp come «ci sia la totale e piena disponibilità del nostro presidente a essere qui e a dare il suo contributo». Ma, ha proseguito Chiappero, «non c'è una intercettazione che riguardi il presidente della Juventus, mai un riferimento a un incontro. Ci sono due telefonate tra il presidente e D'Angelo, il security manager, e sei telefonate in cui terze persone parlano del presidente in modo irrilevante relativamente ai biglietti».

«NON POTETE NEGARE IL FENOMENO». «Ci preoccupa che venga negato il fenomeno, che voi lo neghiate», ha detto la presidente della commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindo. «Il fenomeno c'è, esiste: i biglietti continuate a darglieli?». «Certo che no», ha risposto Chiappero. «Occorre pertanto trovare gli opportuni strumenti» - ha proseguito Bindi - «per rendere tutti i soggetti della filiera sportiva consapevoli del rischio, e quindi attrezzati per fronteggiarlo insieme alle Istituzioni a tutela dell'intero sistema del calcio professionistico, che comprende società sportive ormai anche quotate in Borsa le quali costituiscono parte rilevante della storia sociale e imprenditoriale del nostro Paese, e che sono pertanto una risorsa nazionale da preservare contro ogni rischio di aggressione illegale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso