Under 21
27 Giugno Giu 2017 2249 27 giugno 2017

Europeo Under 21: 3-1 della Spagna, Italia eliminata in semifinale

Gli azzurrini di Luigi Di Biagio chiudono l'europeo di categoria. Dopo un primo tempo giocato alla pari nella ripresa si scatena Saúl che spinge gli iberici in finale contro la Germania. Inutile la rete del momentaneo 1-1 di Bernardeschi.

  • ...

Un'ora o quasi al livello della Spagna poi l'Italia ha ceduto salutando l'Europeo Under 21 alla soglia della finale. Il titolo se lo giocheranno, con la Germania, la giovane nazionale 'Roja' e il suo leader Saul, stasera autore di una tripletta. Il 3-1 finale è severo con la nazionale di Di Biagio, andata oltre le assenze e gli sfavori del pronostico iniziale.

A PESARE LE INCERTEZZE DI DONNARUMMA. Il peccato azzurro è stato non aver capitalizzato la maggior brillantezza del primo tempo, più che essere andati sotto al primo vero tiro in porta degli spagnoli dopo 53'; ci si sono messi poi anche gli errori di Donnarumma e l'ingenuità di Gagliardini, espulso sullo 0-1 per un inutile fallo da secondo giallo. A nulla è valso il momentaneo pareggio di Bernarderschi. Gli azzurri sono stato poi sopraffatti dalla stanchezza e dalle incertezze del portiere azzurro.

PENSANTE ASSENZA DI CONTI E BERARDI. La Spagna che si è presentata in campo a Cracovia era quella dei baby fenomeni, da Asensio a Saul, favoritissimi per la vittoria finale e destinati a rinnovare i fasti della 'Roja' di Xavi e Iniesta. Di Biagio è stato costretto a rinunciare a Conti e Berardi per squalificati con Caldara acciaccato al centro della difesa. In avanti Chiesa insieme a Petagna e a Bernardeschi.

INUTILE IL GOL DI BERNARDESCHI. Nel primo tempo l'Italia ha giocato bene pressando alta la Spagna per non far partire l'azione. Nei primi dieci minuti le azioni più significative sono stare quelle di Chiesa e Bernardeschi. L'occasione d'oro è capitata però sui piedi di Pellegrini, al 22'. Nella ripresa la Spagna è riuscita ad alzare i ritmi fino al vantaggio dopo 8 minuti. Poco dopo per un fallo di reazione l'interista Gagliardini si fa ammonire per la seconda volta lasciando la squadra in dieci. al 17' la stella della Fiorentina porta le squadre di nuovo in parità ma alla fine un doppio Saul e un Donnarumma non irreprensibile portano la partita sul 3-1, lanciando gli uomini di Albert Celades in finale contro la Germania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati