Gp Monaco: Vettel dominatore del venerdì
28 Giugno Giu 2017 2149 28 giugno 2017

F1, Vettel rischia: la Fia vuole riesaminare l'incidente con Hamilton

L'incidente sulla pista di Baku sarà riesaminato. La sanzione massima? Lo stop diretto per un Gran Premio. Il verdetto lunedì 3 luglio.

  • ...

L'ombra del Tribunale della Fia si allunga su Sebastian Vettel. La Federazione internazionale ha infatti deciso di riesaminare il caso che ha acceso il Gp dell'Azerbaigian, la lite tra il tedesco della Ferrari e Lewis Hamilton. Lunedì 3 luglio passerà nuovamente al vaglio ancora le cause dell'incidente incriminato, per valutare se è necessaria un'ulteriore azione disciplinare. Una dichiarazione sull'esito del processo sarà resa disponibile prima del prossimo Gran Premio d'Austria. La notizia è arrivata nella serata del 28 giugno, dopo che la Ferrari aveva fatto sapere di non aver ricevuto alcuna comunicazione né convocazione.

Nel corso della gara di Baku, Vettel è stato sanzionato con uno stop and go ai box di 10 secondi e tre punti decurtati dalla licenza, per la ruotata inflitta all'inglese dopo il tamponamento tra i due in regime di safety car. Una sanzione che molti, nel paddock, hanno considerato troppo lieve e per questo avrebbero fatto pressione sul numero 1 della federazione, Jean Todt, per riesaminare la questione.

Secondo la rivista tedesca Auto, motor und sport Todt sta studiando il caso per valutare se far mettere sotto accusa il pilota della Ferrari. A pesare sulla situazione di Vettel c'è un precedente recente. Il tedesco, infatti, era stato già graziato dal numero 1 della federazione lo scorso novembre, quando rischiò la sanzione per i plateali insulti via radio ai giudici di gara del Gp del Messico. Vettel era stato retrocesso dal terzo al quinto posto per un sorpasso giudicato pericoloso su Ricciardo, e in gara era stato colto mentre imprecava contro i giudici per una mancata penalità a Verstappen.

Per evitare il Tribunale, Vettel scrisse una lettera di scuse al direttore della corsa, Charlie Whiting, e allo stesso Todt. Questi però ammonì che il ripetersi di simili comportamenti avrebbe portato gli eventuali autori davanti al tribunale disciplinare della Fia. Il momento potrebbe essere giunto. Tra le possibili sanzioni per Vettel, la più estrema sarebbe lo stop diretto per un Gran Premio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso