Antonio Cassano
24 Luglio Lug 2017 1333 24 luglio 2017

Verona, Cassano ci ripensa: ora l'addio è concreto

Prima l'annuncio del commiato dall'Hellas attraverso il profilo della moglie, poi la nuova giravolta. Antonio dice ancora basta col giocato. Ci sarà da fidarsi?

  • ...

Un'altra giornata di rumors, annunci e parziali retromarce. Al termine della quale Antonio Cassano sembra aver messo la parola fine alla sua quasi ventennale carriera vissuta tra genio e sregolatezza. Il condizionale è d'obbligo, visto il ribaltone della scorsa settimana, ma ora il fantasista barese sembra davvero intenzionato a dire basta. Lo ha fatto capire lui stesso attraverso un post pubblicato sulle pagine social della moglie Carolina Marcialis, dopo che in mattinata aveva ripreso quota la voce di un suo addio al Verona, ma non al calcio.

A certificarla erano state le parole all'Ansa dal presidente scaligero, Maurizio Setti: «Questo ragazzo non ce la fa di testa, anche se fisicamente e atleticamente sta molto bene. Professionalmente non gli si può rimproverare nulla, evidentemente non riesce a rimanere sereno e lucido in un gruppo e vuole restare a casa. C'è un up e un down, parla e poi sta muto: peccato, perché dal punto di vista professionale stava facendo tutto per bene».

Il calciatore barese aveva però voluto fare delle precisazioni con un post attraverso il profilo Facebook della moglie Carolina Marcialis: «Non ho intenzione di lasciare il calcio semplicemente non me la sento di continuare con l'Hellas Verona... fisicamente sto benissimo come dimostrato nei 15 giorni di preparazione ma mentalmente‬ non sono stimolato a continuare in questo club! Ringrazio di cuore il presidente Setti... il ds Fusco, Pecchia e la squadra per la disponibilità concessa». Post prontamente smentito qualche ora più tardi e appositamente rimosso dai social network.

IL RITORNO A GENOVA GIÀ IL 22 LUGLIO. Cassano aveva lasciato il ritiro del Verona dopo la partita amichevole con il Trapani, in accordo con lo staff della società scaligera ed era tornato a Genova già il 22 luglio. Il giocatore sarebbe apparso stanco. E da sabato non ci sarebbero stati più contatti con la società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso