Gallazzi Genoa
15 Settembre Set 2017 1800 15 settembre 2017

Genoa, Gallazzi: «Niente rinegoziazione prima della due diligence»

Il manager di Sri Group parla a L43 della trattativa sulla cessione del club dopo le parole del presidente Preziosi: «Terminata la verifica siamo pronti a qualsiasi discussione nella massima trasparenza».

  • ...

La trattativa sulla cessione del Genoa va avanti, nonostante gli intoppi, con l'impossibilità da parte di Sri Group e di Beniamino Anselmi, giovedì 14 settembre, di avviare la due diligence. Giulio Gallazzi, top manager di Sri Group, raggiunto da Lettera43.it a proposito del presunto stallo nella trattativa per l'acquisto della squadra rossoblù ha commentato così la conferenza stampa fatta dal presidente Enrico Preziosi circa il prosieguo della trattativa: «Da parte nostra nessuno stallo e nessuna rinegoziazione. Com'è prassi consolidata e come avevamo concordato attendiamo solo che, a questo punto, ci sia data la possibilità di iniziare la due diligence legale e finanziaria».

«DISCUSSIONE NELLA MASSIMA TRASPARENZA». Quindi ha aggiunto: «Il gruppo di lavoro coordinato da Beniamino Anselmi sta aspettando da giovedì scorso di valutare la documentazione che ci verrà sottoposta. Una volta terminata la due diligence siamo ovviamente pronti a qualsiasi discussione nella massima trasparenza». Dietro Sri Group c'è ByBrook Capital, fondo inglese da 2 miliardi di dollari.

Enrico Preziosi.

In mattinata Preziosi aveva spiegato: «Io sono intenzionato a vendere, mi sembra che ci sia chi vuole comprare e ci sono i presupposti. Accetto l'offerta che mi ha fatto la Sri Group, ma sono differenti alcuni parametri con cui si valuta la società». Poi ha aggiunto: «Ho parlato con Anselmi che si è preso qualche giorno di tempo. Una volta che risponderà positivamente sono pronto a discutere, altrimenti salterà la trattativa e non se ne farà più niente, cosa che spero non accada. I segnali però fanno presagire che tutto andrà avanti positivamente».

PREZIOSI: «LA PROPOSTA L'HO ACCETTATA». Secondo Preziosi «non c'è stato alcuno staff pronto a fare la due diligence, nessuno è venuto a Pegli. Ripeto, io la proposta l'ho già accettata e ora bisogna discutere parametri diversi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso