Valentino Rossi
20 Settembre Set 2017 1414 20 settembre 2017

MotoGp, Valentino Rossi va ad Aragon: c'è l'ok dei medici

Prima di scendere in pista servirà l'idoneità  del responsabile sanitario del circuito. Ma il Dottore è ottimista dopo il recupero record.

  • ...

Venti giorni dopo l'incidente costatogli la frattura a tibia e perone della gamba destra, il recupero lampo è (quasi) realtà. Valentino Rossi ha ricevuto l'ok dei medici per scendere in pista nel fine settimana ad Aragon. «Alla fine ho deciso di partire per Aragon e cercherò di guidare la mia M1 questo weekend», ha scritto il Dottore sul sito della Yamaha. «Se sarò dichiarato idoneo a correre, avrò la vera risposta dopo la prima sessione di libere, perché guidare la M1 sarà una sfida molto più grande».

«POSITIVO IL CONTROLLO MEDICO». «Ieri», ha aggiunto Rossi, «sono riuscito a completare 20 giri e trovare le risposte che stavo cercando. Alla fine il test è stato positivo. Dopo la prova ho avuto un po' di dolore, ma stamani ho avuto un controllo medico ed è venuto fuori con un risultato positivo».

L'INFORTUNIO IN ALLENAMENTO IL 31 AGOSTO. Rossi si era infortunato nel corso di un allenamento in enduro il 31 agosto, era stato immediatamente operato e per questo aveva dovuto rinunciare al Gp di Misano del 10 settembre. Prima di poter disputare le libere del venerdì, Valentino dovrà ricevere l'idoneità a correre dal responsabile medico del circuito, cui spetta l'ulima parola per poterlo rivedere in azione in pista. Un rientro a tempo di record, ma non impossibile da prevedere per chi, come il dottor Costa intercettato da Lettera43.it, aveva pochi dubbi sulle capacità di recupero del nove volte campione del mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso