Logo Figc
2 Ottobre Ott 2017 2148 02 ottobre 2017

Calcio, la Figc presenta il nuovo logo degli azzurri

Già dalle prossime partite di qualificazione con Macedonia e Albania la Nazionale di calcio scenderà in campo con il nuovo stemma. Un luogo che mette in mostre le quattro stelle in attesa della quinta.

  • ...

Tra modernità e tradizione la Figc cambia look, presentando il 2 ottobre il nuovo logo che campeggerà sulle maglie degli Azzurri fin dalle prossime due partite di qualificazione ai mondiali da disputare con Macedonia e Albania. Un simbolo più asciutto e stilizzato: il tricolore della bandiera e l'azzurro della maglia sovrastati dalla scritta Italia e dalle quattro stelle che simboleggiano le Coppe del Mondo vinte nel 1934, 1938, 1982 e 2006.

TAVECCHIO: «È LA FINE DI UN PERCORSO». La presentazione è avvenuta al Maxxi di Roma, dove è stata illustrata l'evoluzione negli anni del logo federale e, in uno spettacolo di luci, hanno fatto bella mostra i trofei vinti dalla Nazionale e altri preziosi cimeli custoditi solitamente nel Museo del Calcio di Coverciano. «La nuova identità visiva della Figc - ha detto il presidente federale, Carlo Tavecchio - completa un percorso di rinnovamento iniziato tre anni fa, guardiamo al futuro valorizzando la nostra storia. Nel nuovo logo abbiamo reso più visibili le quattro stelle dei trionfi mondiali perché rappresentano l'orgoglio di tutto il Paese. Il colore importante è l'oro, le stelle si liberano dal contesto e sono pronte a diventare cinque».

SOSTITUITO IL LOGO DEL 2007. La nuova versione del logo federale, che sostituirà quello attuale in vigore dal 2007, nasce dall'esigenza di creare uno stemma moderno riprendendo elementi grafici del passato. Così è stato per la scritta Italia, inserita per la prima volta nel logo del 1952, e del ricamo in oro, simbolo di forza e successo. «Eravamo affezionati alla quarta stella che si è aggiunta al vecchio logo ma cosi penso che abbia ancor maggiore visibilità», ha sottolineato il dg della Federcalcio, Michele Uva, annunciando che «a Torino (in occasione di Italia-Macedonia, ndr) ci sarà la prima partita con la nuova maglia della Puma e ci sarà una grandissima novità in campo: sarà bellissimo vedere la nuova maglia azzurra indossata da una persona che non l'ha mai indossata fino a oggi».

MALAGO': «C'È ANCHE UNA LOGICA DI MARKETING». Tra gli ospiti illustri, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, accompagnato dal segretario generale, Roberto Fabbricini: «Normalmente - ha rilevato Malagò prima di fare il suo ingresso all'evento - si cambia il logo perché quello che c'era prima non piace a chi gestisce la federazione o a quelli che devono investirci. Fa parte di una logica anche di comunicazione e di marketing».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso