Federica Pellegrini
10 Ottobre Ott 2017 1448 10 ottobre 2017

Pellegrini-Paltrinieri, dietro lo scontro i post sessisti di Morini jr.

Il vero destinatario degli attacchi di Federica? Il figlio dell'allenatore di Greg, premiato al posto di Matteo Giunta. Colpa delle offese pubblicate e poi rimosse da Facebook. Con tanto di scuse.

  • ...

Lo scontro a distanza tra i due assi del nuoto italiano, Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, con lo scambio via social di parole poco eleganti ha lasciato di stucco gran parte degli addetti ai lavori. Ma il giorno dopo emergono nuovi dettagli sul risentimento mostrato dalla Divina e sui reali destinatari del suo sfogo, originato dalla consegna del premio Castagnetti per il migliore allenatore dell'anno a Stefano Morini, coach di Paltrinieri e Gabriele Detti.

QUERELA NON PER PALTRINIERI. Federica non ha gradito che non sia stato premiato il suo allenatore Matteo Giunta e, di fronte alla replica di Paltrinieri che ha giudicato irrispettose le sue parole, ha risposto con un tweet che minacciava querela. Non nei confronti del campione del mondo, ma di un altro attore non protagonista, Tommaso Morini, figlio di Stefano, resosi protagonista di post ai contorni volgari e allusivi sul conto della nuotatrice. Post pubblicati e rimossi da Facebbok, ma non sfuggiti alla Pellegrini che li ha a sua volta ricondivisi.

Evidenti le allusioni a una relazione tra Pellegrini e Giunta già alimentata dal gossip in passato, ma smentita seccamente da Federica. Più tardi è saltato fuori un altro post, anche questo rimosso subito dopo la pubblicazione, ma fotografato e diffuso sui social sulla scia del caos di queste ore, in cui Morini junior, incurante della possibile querela in arrivo, è andato ancora più pesante, volgare e sessista.

LE SCUSE DI MORINI. Venuto a galla il polverone, lo stesso figlio delll'allenatore ha chiesto pubblicamente perdono per le proprie affermazioni, attraverso un post su Facebook: «Mi scuso pubblicamente», ha scritto, «ho già avuto modo di scusarmi con Giunta per telefono. Se vorrà e avrà piacere lo farò anche con Pellegrini. Preso dalla rabbia per i continui attacchi nei confronti di mio padre ho perso la testa e sbagliando, ho insultato. Sono un appassionato di nuoto e come tutti noi appassionati mi sono sentito ferito. Ho esagerato, mi dispiace».

La lite tra Pellegrini e Paltrinieri, intanto, è arrivata sul tavolo della procura della Federnuoto. Lo ha comunicato il presidente della Fin, Paolo Barelli, spiegando che «è stata aperta un'indagine per valutare eventuali responsabilità di tesserati relative a una vicenda che lede l'immagine del nuoto». Barelli, sul caso scatenato per l'assegnazione del premio all'allenatore Stefano Morini, ha invitato tutti a chiudere con «l'escalation di volgarità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso