Benatia Juventus Roma
23 Dicembre Dic 2017 1741 23 dicembre 2017

Serie A, i risultati della 18esima giornata: cade ancora l'Inter

Nerazzurri sconfitti a Reggio Emilia dal Sassuolo. Il Napoli rimonta in casa la Samp. Ma la Juve tiene il passo battendo la Roma. A San Siro il Milan crolla davanti all'Atalanta.

  • ...

Il Napoli allunga, ma la Juve si rifà subito sotto. Nella 18esima giornata di Serie A a fare più rumore è però la sconfitta dell'Inter contro il Sassuolo, la seconda consecutiva. La squadra di Spalletti cade a Reggio Emilia 1-0, decide il gol di Falcinelli. Male Icardi, che si fa parare anche un rigore da Consigli. I nerazzurri trascorreranno il Natale a -5 dalla vetta.

HAMSIK MEGLIO DI MARADONA. In testa si consolida il Napoli, che va sotto due volte in casa con la Samp ma ribalta il risultato. Ospiti avanti con una punizione di Ramirez da distanza siderale, pareggia Allan su respinta di Viviano, poi ancora avanti i blucerchiati col rigore di Quagliarella. Sarri la rimonta coi soliti noti: Insigne e Hamsik, che con 116 gol diventa capocannoniere all time del Napoli superando un certo Maradona.

Marek Hamsik.

ANSA

La Juventus però nel posticipo delle 20.45 tiene il passo e supera la Roma di misura con un gol su calcio d'angolo dell'ex Benatia. I giallorossi si fermano alla traversa di Florenzi e a una clamorosa occasione di Schick nel finale lanciato da uno svarione difensivo della Juve in una situazione di uno contro uno davanti a Szczesny: il ceco però si fa ipnotizzare e calcia addosso al portiere. Allegri sale così a -1 dal Napoli. Roma ferma al quarto posto ma con una partita (con la Samp) da recuperare.

IL MILAN NON GUARISCE PIÙ. Nonostante la settimana di ritiro, la stagione da incubo del Milan continua: a San Siro si impone l'Atalanta di Gasperini 2-0, a segno Cristante e Ilicic. I rossoneri di Gattuso sono più vicini alla zona retrocessione che al quarto posto, l'ultimo che dà accesso alla Champions. «Dimissioni? Se pensassi che il problema sono io, se vedessi che i giocatori non mi seguono...Ci manca fame, malizia, cattiveria», ha detto l'allenatore a fine partita ai microfoni di Premium Sport.

BAGARRE IN ZONA SALVEZZA. Il Torino si illude a Ferrara con due gol di Iago Falque in 10 minuti, ma si fa riacciuffare sul 2-2 dalla Spal che pareggia con i gol di Viviani (gran punizione) e Antenucci dagli 11 metri. Tutto facile per l'Udinese che piega in casa 4-0 il Verona: a segno Barak (doppietta), Widmer e Lasagna. Fatica invece il Genoa a Marassi di fronte al Benevento ma alla fine riesce a spuntarla con il rigore di Lapadula.

LA LAZIO FACILE NELL'ANTICIPO. Nell'anticipo delle 12.30 la Lazio batte il Crotone nettamente, anche se segna tutte le reti nel secondo tempo: 4-0 con le firme di Lukaku, Immobile, Lulic e Felipe Anderson.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso