Viaggi 9 Luglio Lug 2015 1100 09 luglio 2015

Come proteggere le orecchie in aereo

  • ...

Il barotrauma Il dolore all'orecchio tipico dell'atterraggio in aereo è chiamato 'barotrauma', un dolore, talvolta accompagnato da lesioni, causato da un brusco cambiamento della pressione nell'ambiente. Il trauma è dovuto alla velocità del cambiamento e alla quasi impossibilità dell'apparato uditivo di 'aggiustare' da solo la pressione atmosferica. Durante la fase di decollo, in effetti, l'orecchio ha modo di abituarsi alle variazioni di pressione, ma è quando inizia la fase di discesa, quando cioè si è già in aria, che iniziano i problemi. Ecco allora che si rivela utile adottare qualche rimedio per equilibrare la pressione. In che modo? Masticare una gomma o una caramella Un modo molto semplice è quello di mettere in bocca una gomma da masticare o una caramella. In questo modo, il senso di otturazione e il conseguente dolore avvertito, vengono ridotti dal movimento continuo della masticazione. Tapparsi il naso e soffiare Un altro rimedio contro il dolore d'orecchio in aereo, soprattutto nella fase critica della discesa, consiste nel tapparsi il naso e soffiare in maniera decisa (sempre con il naso), in modo tale da compensare la differenza di pressione. Bere dell'acqua e respirare con la bocca aperta Bere dell'acqua, inoltre, aiuta a decongestionare le orecchie, così come è utile respirare con la bocca aperta, introducendo grandi quantità di aria nella gola. Tappi di cera e spray nasali Il personale di bordo potrà inoltre fornire ai passeggeri dei tappi di cera o degli spray nasali che aiutano a lenire gli effetti dolorosi del barotrauma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati