Viaggi 15 Luglio Lug 2015 1107 15 luglio 2015

Dove portare i neonati in vacanza

  • ...

In vacanza col bebè Per molte persone andare in vacanza con bambini molto piccoli significa stress, e tanti finiscono per rinunciarvi. Ma partire con un neonato si può, basta seguire alcuni semplici accorgimenti. Innanzitutto, sarebbe meglio considerare l’idea di un viaggio ad almeno tre mesi di distanza dal parto: è infatti il momento in cui il bimbo inizia a piangere meno spesso e a dormire di più la notte. Scelta della meta La scelta della destinazione è irrilevante: si può scegliere ciò che più piace dal mare, alla montagna al lago, purché sia un luogo quanto più possibile incontaminato e lontano da caos, affollamento e traffico. Per questo motivo, è preferibile scegliere di partire in bassa stagione. E’ importante anche cercare di evitare gli estremi, come il troppo caldo o il troppo freddo. E’ anche possibile viaggiare all’estero: il bambino si abituerà agli spostamenti e da grande li affronterà con maggior tranquillità. L’unica precauzione è rispettare la routine del neonato, specialmente negli orari dei pasti e nel sonno, per non disorientarlo e innervosirlo troppo. Viaggiare in auto o in treno è preferibile, ma si può certamente scegliere anche l’aereo. Bisogna ricordarsi però di portare giacche e maglioni extra: a bordo farà freddo. Prima della partenza Prima di partire è consigliabile una visita dal pediatra: il dottore potrà verificare che il bambino stia bene e dare consigli per la vacanza. Preparate una borsa per il bambino con tutto ciò che possa rassicurarlo e di cui ha bisogno per addormentarsi, come ad esempio giochi, peluche o la sua copertina. Sarà utile portare la carrozzina per il trasporto, da usare anche come culla. Per gli spostamenti a piedi è anche utile munirsi di una fascia porta bebé.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati