Piemonte Patrimonio Unesco
Viaggi 27 Luglio Lug 2015 1650 27 luglio 2015

Il Piemonte nel Patrimonio dell'Umanità Unesco

Dal settembre 2014 è stata riconosciuta l'importanza dei paesaggi vitivinicoli di Monferrato, Langhe e Roero, a livello mondiale.

  • ...

Colline coperte di vigneti a perdita d'occhio, inframezzate da antichi borghi e castelli arroccati, e poi ancora un susseguirsi di dolci pendii con i filari. Sono i Paesaggi vitivinicoli di Monferrato, Langhe e Roero, ultima eccellenza piemontese in ordine di tempo a essere entrata a far parte del Patrimonio dell'Umanità Unesco: a settembre si celebra il primo compleanno.

Un esempio straordinario di come la tradizione storica della coltivazione della vite sappia modellare una natura già magnifica per renderla ancora più bella e significativa.

Capifila del Patrimonio Unesco piemontese sono le 21 Residenze Reali, un sistema di palazzi, tenute di caccia, castelli, ville e giardini voluto dalla dinastia sabauda attorno a Torino. La più celebre è l'imponente Reggia barocca della Venaria Reale, oggetto a inizio millennio di un grande progetto di recupero architettonico e ora tra i dieci luoghi culturali più visitati d’Italia.

L'Unesco tutela anche il Paesaggio culturale dei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia, che comprende sette Sacri Monti del Piemonte (Belmonte, Crea, Domodossola, Ghia, Oropa, Orta e Varallo) e due della Lombardia (Ossuccio e Varese), ancora oggi meta di numerosissimi pellegrini.

C'è poi il sito archeologico dell'età del bronzo di Viverone/Azeglio, parte del sistema dei siti palafitticoli preistorici dell'arco alpino. A queste meraviglie si unisce il Parco del Monviso, il “Re di Pietra” della collana di montagne che cinge il Piemonte, riconosciuto Riserva della Biosfera dal programma MaB-Man and Biosphere dell’Unesco.

Intro Piemonte
Torino
Natura e Sport
Gusto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso