Viaggi 6 Agosto Ago 2015 1059 06 agosto 2015

Cosa portare per una scampagnata

  • ...

Con la bella stagione le occasioni per passare una giornata all’aria aperta si moltiplicano; ecco quindi un memorandum per non dimenticare niente a casa. Tutto per il pic-nic Innanzitutto piatti, bicchieri e posate di plastica non possono mancare, così come un telo per stendersi sul prato e un sacco per la spazzatura. Sarà utile anche preparare una serie di contenitori di plastica a chiusura ermetica, in modo da poter trasportare facilmente il cibo avanzato. Acqua e bevande non devono mancare, ovviamente, così come un apribottiglie e un thermos per il caffè. Indispensabile anche una borsa frigo, che aiuterà a mantenere fresche le bibite ed eventuali cibi freddi, ma anche zaini e borse capienti per trasportare il tutto. Se la meta è il lago o la spiaggia potrebbero essere utili anche costume da bagno e crema solare. Cosa mangiare? Per quanto riguarda le vivande, un grande classico per le scampagnate all’aria aperta è la pasta fredda, o in alternativa, l’insalata di riso: facili e veloci da preparare, possono essere condite come più piace e riusciranno ad accontentare tutti. Anche la torta salata è un’ottima soluzione, e anche questa può essere farcita a seconda dei gusti. Ci si può sbizzarrire anche negli antipasti: i classici rustici, con affettati o verdure sono una ricetta sempre gradita, così come la frittata, da tagliare a quadratini e gustare anche fredda. Per dessert bene spiedini di frutta, torte soffici e crostate, preferibili rispetto ai dolci al cucchiaio, più scomodi da mangiare all’aperto. Passatempi Una volta concluso il pranzo è tempo di divertimento e relax: sicuramente non possono mancare un pallone e un mazzo di carte. La scampagnata è un’ottima occasione per stare in famiglia o tra amici, quindi via libera a qualsiasi gioco di gruppo, che siano giochi da tavolo o qualsiasi altro gioco da fare all’aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati