30righe

24 Agosto Ago 2016 1430 24 agosto 2016

Il terremoto che unisce schermi e sentimenti

  • ...

Sono le ore dell’angoscia, dove si scava a mani nude in cittadine del tutto sbriciolate e che prima delle 3.36 di stanotte erano in piedi con il loro fascino antico e suggestivo. In questo momento il bilancio è pesantissimo, devastante: oltre 70 morti accertati, centinaia di feriti, migliaia di sfollati e il bilancio - si spera di no ovviamente - è destinato a non fermarsi a questi numeri. Storie di italiani in villeggiatura, di bambini salvati dalle nonne o figli scomparsi con i loro gentiori.

le all news italiane e le dirette facebook sul terremoto in centro italia

Siamo nel cuore del nostro paese, quel centro-italia da costante “bollino rosso”, probabilmente la zona più sismica di un territorio già fragile di suo, complicato persino da raggiungere. La scossa di magnitudo di 6.2 gradi richter è stata spaventosa ed elementi non secondari come la morfologia variabile del territorio e l’edilizia di piccoli comuni composti perlopiù da case antiche fanno il resto di una tragedia immane.

L'epicentro è stato registrato ad Accumoli, con ipocentro a solo 4 chilometri di profondità. Il terremoto è stato avvertito in tutta l'Italia centrale e la maggior parte delle segnalazioni è arrivata da Roma, seguita da Ancona, Perugia, Latina e L’Aquila

In queste ore si è propagata anche l’onda d’urto della partecipazione mediatica di tutti i cittadini in un live-crisis impressionante e che offre una qualche consolazione sulla capacità degli italiani di attivarsi nella solidarietà: sui social si aggregano tutte le notizie - anche qualche considerazione scomposta - e tutti i media sono in filo diretto dalle prime luci dell’alba tant'è che #terremoto è l’hastag del giorno con oltre 250 mila post virali in cui si condensano preghiere, notizie concrete, info di servizio, meme, gif, foto e video, live di improvvisati reporter che si accompagnano alle dirette dei giornalisti di tutte le testate, italiane e sopratutto straniere con corrispondenze della Bbc, Cnn, skynews, reuters ed Euronews.

Si osserva in questo senso un elemento di novità come l’utilizzo di FacebookLive da parte delle All news italiane: da ore Skytg24 e Tgcom24 hanno connesso i loro canali con il social network di Mark Zuckerberg incorporando così la loro diretta per tutti gli utenti che non possono guardare la tv ma sono in ogni caso connessi alla rete. Un modo diverso da parte della televisione di embeddarsi (un modo gergale di incorporarsi) su internet così da agganciare più spettatori possibili in un unico format garantendosi un secondo schermo oltre a quello di casa. Un evento questo che si segnala come i media tradizionali riescono con il web a piazzarsi anche in streaming.

Tutta l’Italia fa a gara per soccorsi ed è una corsa contro il tempo che si vorrebbe fermare - come testimoniano le immagini di campanili e torri nei paesi di Amatrice o Accumuli - ma i minuti scorrono inesorabili e i soccorsi arrivano per estrarre quante più persone possibili imprigionate nelle loro case fra loro sovrapposte. E questo accresce la voglia di connazionali pronti a fare qualsiasi cosa per rendersi utili, attivare sottoscrizioni, portare (sopratutto nelle regioni di Lazio, Umbria e marche) generi di prima necessità.

Una solidarietà nazionale a 360 gradi, momenti di forte unità nel dolore e nell’empatia!

Correlati