43minuti

30 Settembre Set 2012 1645 30 settembre 2012

Revenge, la vendetta è in onda

  • ...

Quando Alias incontra O.C.

Ritorna sulla rete Abc, questa sera, con la seconda stagione, Revenge, il drama liberamente ispirato da un classico leggendario di Alexandre Dumas, Il Conte di Montecristo.

Con la nuova collocazione oraria della domenica, dopo i buoni risultati in termini di ascolti della prima stagione, affronta la sfida di sostituire l'amata e famosa serie tivù Desperate Housewives.
Il telefilm racconta la storia complicata e ingiusta di Amanda, che cela la propria identità sotto il nome di Emily.
Una ragazza disposta a mentire sul proprio passato, fare il doppio/triplogioco, addestrarsi al combattimento, imparare più lingue, e rischiare anche la stessa vita.

Il tutto giustificato dalla sua sete di vendetta.

La puntata pilota ha inizio con Emilyche arriva alle porte di NY,negli Hamptons, con un solo obiettivo: punire tutti coloro che hanno contribuito anche solo in minima parte al terribile piano messo in scena nei confronti del padre, arrestato ingiustamente e ucciso all’interno di un carcere.
L'attrice protagonista è Emily VanCamp che abbiamo già visto interpretare i personaggi di Amy in Everwood e  di Rebecca in Brothers & Sisters.
Donne sicuramente più ingenue e semplici, al confronto di Amanda/Emily che le regala l'opportunità di un ruolo inedito.
I personaggi e le location del telefilm sono quasi tutti facilmente identificabili e schedabili:
-gli antagonisti: i Grayson, la famiglia più ricca e potente degli Hamptons, e i loro collaboratori, colpevoli della morte del padre.
-l’indeciso: il figlio dei Grayson, che non sa se scegliere il lato oscuro o la retta via, innamorato di Emily.
-l’aiutante: l’unico a conoscenza di tutto, amico del padre di Amanda a cui, in punto di morte, ha promesso di assistere la figlia.
-l’Amore mai consumato: l'amico d'infanzia di Amanda, mai dimentica, istintivamente innamorato a prima vista di Emily.

-l'ambientazione fatta da luci e ombre: gli Hamptons, le belle macchine, le ville sontuose, i vestiti e i party da sogno, un mondo di successo dove però sotto la superficie patinata si nascondono corruzione, criminalità e avidità.
Nonostante  questo, il telefilm riesce a creare suspense e curiosità, grazie a continui flashback che vedono protagonosti la piccola Amanda e la famiglia dei Grayson. Il ritmo viene dato invece dal lato spy del telefilm, dove si susseguono continue scene di azione ad alta tensione.

Non vi consiglio questo prodotto perché penso sia il migliore in circolazione, ma per la sceneggiatura leggera e piacevole e il personaggio ben riuscito di Emily/Amanda.
A prima vista bella, tenace e combattiva, in realtà dovrà fare i conti con le sue insicurezze e paure: un modello di donna che cattura e affascina soprattutto il pubblico femminile.
Pur trattandosi di un telefilm pensato per un target 'rosa', suggerisco comunque ai ragazzi orfani di Buffy (sto pensando a te Fede!) e  di Dark Angel (non è la stessa cosa sia chiaro da subito) di provare a dare un’occhiata.

Riuscirà Revenge a reggere gli ascolti di Desperate Housewives?

Solo per chi ha visto la prima stagione (attenzione spoiler), sono curiosa di capire come la comparsa della madre, in realtà non morta, possa cambiare i piani di vendetta di Emily e gli equilibri da lei creati.

Vi consiglio di accompagnare la visione con dei baci di dama o dei semplici biscotti con cioccolato.

Correlati