A.C.A.B. (All Caps Are Bastards)

6 Agosto Ago 2014 0032 06 agosto 2014

Notizie scartate. Gannett molla USA Today e investe su tv e digital publishing

  • ...

Separati in casa. Carta da un lato. Tv e digitale dall’altro. La lista è lunga: News Corp, The New York Times Co., Washington Post Co., Media General, Belo, Time Warner, Scripps, Journal Communications, Tribune e via dicendo. Mancava solo Gannett, la più grande media company americana editrice, tra gli altri, di USA Today, blockbuster da un milione e 700mila copie vendute ogni giorno.

Infatti, secondo quanto riportato da Bloomberg e Reuters, martedì Gannett ha annunciato di aver scisso la divisione dei quotidiani da quella tv e digitale nonché l’acquisto, per 1,8 miliardi di dollari, del 73% non ancora in suo possesso di Cars.com, il sito di riferimento per il mercato dell'auto americano con oltre 11 milioni di visitatori unici al mese.

Il motivo dell’operazione, che si concluderà entro la fine dell’anno, è creare due società “debt-free” che potranno in modo più leggero e focalizzato costruire ciascuna il proprio percorso di sviluppo continuando a investire nel proprio segmento di business.

Inoltre, come scrive Quartz, lo split permetterà alle due nuove società di fare acquisizioni dal momento che la legge americana limita le imprese che posseggono contemporaneamente media televisivi e quotidiani.

Spiegano da Harvard che una volta i quotidiani erano dei veri e propri cash cow che supportavano business non altrattanto redditizi come la tv. Ma i tempi cambiano e, da qui, la necessità di andare separati.