Alexanderplatz

21 Settembre Set 2012 0903 21 settembre 2012

Germania, chi non paga non crede

  • ...

In assenza di un concordato fra Stato e Chiesa, i cattolici tedeschi devono pagare annualmente una tassa per far parte della comunità religiosa, proporzionalmente agli introiti attestati nella loro dichiarazione dei redditi. Ma, negli ultimi anni, la Chiesa si è trovata a far fronte a un declino della fedeltà contributiva dei credenti. Secolarizzazione, desiderio di sfuggire a una tassa che molti degli stessi fedeli considerano ingiusta e, da ultimo, le conseguenze dell'onda lunga degli abbandoni per lo scandalo dei preti pedofili che due anni fa ha coinvolto in pieno la chiesa tedesca [... continua su Lettera43].

Correlati