Alexanderplatz

16 Ottobre Ott 2012 1335 16 ottobre 2012

La svolta energetica tedesca rischia di deragliare

  • ...

Che la svolta energetica dal nucleare alle fonti rinnovabili non sarebbe stata una passeggiata indolore per l'intera società tedesca era cosa nota a tutti. Per la prima volta, un Paese industriale del calibro della Germania si avventurava sulla strada dell'energia pulita, chiudendo per sempre l'era dell'atomo e allentando la dipendenza dagli umori sempre troppo volatili dei Paesi del petrolio e del gas. Un'avventura entusiasmante ma densa di rischi perché completamente inedita. A un anno e mezzo dalla decisione assunta da Angela Merkel dopo l'incidente nucleare di Fukushima, il percorso della transizione appare ancora incerto e i primi passi si riverberano pesantemente sui costi delle bollette dei consumatori [... continua su Lettera43].

Correlati