Alexanderplatz

4 Febbraio Feb 2013 1017 04 febbraio 2013

Berlino ladrona, la Baviera non perdona

  • ...

Qualche settimana fa, anticipammo su Lettera43 la notizia che tre regioni del sud della Germania - Baviera, Assia e Baden-Württemberg - avevano messo nel mirino la legge sul riequilibrio finanziario fra i Länder, che regola la redistribuzione del denaro pubblico tra regioni più ricche e regioni più povere. I tre Länder in questione sono rimasti gli unici contribuenti netti della cassa comune, gli altri - chi più, chi meno - prendono. Più di tutti Berlino, che rappresenta in qualche modo il punto della discordia: 3,3 miliardi di euro nel 2012, un nuovo record, pari al 40% della somma totale. Si può dire, insomma, che la capitale (indebitata fino al collo) paghi il suo splendore con i soldi dei contribuenti di Monaco, Stoccarda e Francoforte. I governi delle tre regioni virtuose sostengono ora che il concetto di solidarietà sia stato superato. Ma al passo finale verso la Corte Costituzionale si sono decise solo in due: Baviera e Assia. A Monaco, peraltro, si vota il 15 agosto per rinnovare il consiglio regionale e la battaglia contro "Berlino ladrona" dovrebbe servire nelle intenzioni dei leader della Csu a risollevare le sorti un po' malandate del loro partito. Dall'iniziativa si è sfilato il Baden-Württemberg: il suo presidente, il verde Winfried Kretschmann, ha detto che la modifica della legge dovrebbe avvenire per via politica e non giudiziaria.

Correlati