Alexanderplatz

2 Marzo Mar 2013 1220 02 marzo 2013

Il governo Monti galleggerà ancora a lungo

  • ...

Dalla due giorni berlinese di Giorgio Napolitano è emersa l'idea centrale che guiderà le mosse del presidente nelle prossime settimane. Partner europei, Ue e mercati chiedono all'Italia di muoversi in fretta: vogliono essere rassicurati dalla nomina rapida di un governo stabile, che ribadisca gli impegni presi da Mario Monti sulle politiche di consolidamento di bilancio concordate con Bruxelles. Esattamente quello che il voto elettorale ha reso quasi impossibile. Napolitano lo sa ed è per questo che una frase, lanciata con enfasi durante la conferenza stampa con il presidente tedesco Joachim Gauck, appare rivelatrice di quel che avverrà: «È falso dire che l'Italia sia senza governo. L'esecutivo Monti è in carica e parteciperà con tutti i poteri al Consiglio europeo del 14 e 15 marzo».

Nessuna fretta, dunque, e navigazione a vista. Le consultazioni per un nuovo governo saranno lunghe e complesse e non è escluso che, nella situazione estremamente fluida della politica italiana, esse conducano a un nulla di fatto. Dunque, per ora, meglio un governo politicamente debole, addirittura sfiduciato dal corpo elettorale, che nessun governo. Le voci provenienti da Roma, secondo cui Mario Monti avrebbe suggerito ai propri ministri di non affrettarsi a preparare gli scatoloni del trasloco, confermano questa impressione.

Correlati