Alexanderplatz

14 Dicembre Dic 2017 1030 14 dicembre 2017

Germania, economia boom. Per l'Ifo nel 2018 crescerà del 2,6%

  • ...

Per nulla frenata dall'incertezza politica, l'economia tedesca vola senza freni. L'istituto economico Ifo di Monaco ha rivisto in forte rialzo la stima di crescita per il 2018, portandola dal 2 al 2,6%. Si tratta del valore più alto dal 2011. "L'economia tedesca è in espansione", ha detto il presidente di Ifo Clement Fuest presentando i dati, "lo slancio del 2017 si protrarrà anche nel 2018". Un'onda positiva che abbraccia l'intero complesso dell'economia. "Molti settori fioriscono, dall'edilizia all'industria fino al commercio", ha aggiunto il responsabile degli studi congiunturali dell'Ifo Timo Wollmershäuser, "e se il numero delle giornate lavorative non fosse stato così basso, già nel 2017 avremmo registrato una crescita del 2,5%". Per l'anno in corso l'Ifo invece stima un +2,3%, valore già rialzato lo scorso luglio rispetto al più contenuto 1,8 stimato a inizio anno.

Una crescita che si riverbera positivamente anche sul mercato del lavoro, segnando nuovi record. Gli occupati sono quest'anno 44,3 milioni, saliranno a 44,8 nel 2018 e a 45,2 nel 2019. Parallelamente diminuisce la disoccupazione: dai 2,5 milioni di quest'anno si passerà a 2,4 nel 2018 e 2,2 nel 2019. In precentuale si andrà dal 5,7% al 5,3, poi al 4,9 fra due anni.

Vola anche l'avanzo di bilancio. Dai 25,7 miliardi di euro dello scorso anno si passerà ai 42,1 di quest'anno, per balzare ai 50,6 del prossimo e ai 62,1 del 2019. A meno che, avvertono gli economisti dell'Ifo, il governo che (prima o poi) verrà modificherà capitoli di entrate o spese.

Nuove polemiche susciterà probabilmente in Europa l'ulteriore crescita dell’eccedenza delle partite correnti. Dai 252 miliardi di euro di quest'anno si passerà ai 265 nel prossimo e a 278 nel 2019. La quota del suo contributo alle prestazioni economiche della Germania resterà tuttavia sostanzialmente invariata: 7,7% nel 2017, 7,8% nei prossimi due anni.

Correlati