All review

3 Agosto Ago 2014 1635 03 agosto 2014

Estate climaticamente disastrosa: vero o è solo un'impressione ?

  • ...

Ora è ufficiale : è proprio vero . Ci sono i dati scientifici raccolti dall'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Isac-Cnr) di Bologna, che lo attestano paragonando la lunga sequenza di perturbazioni che ha colpito il nostro paese facendo registrare nel mese di luglio precipitazioni di gran lunga superiori alla norma e temperature inferiori alla media, con analoghe situazione registrate in altri anni.

Si perchè l'Istituto raccoglie e gestisce una banca dati climatologici risalenti fino a 200 anni fa. Per i curiosi di dati statistici a livello nazionale rilevano che, il luglio 2014 segna un +73% rispetto alle precipitazioni medie di luglio sul periodo 1971-2000 che viene convenzionalmente assunto quale periodo di riferimento, il 27-esimo più piovoso dal 1800 ad oggi. Maggiormente colpita risulta l'Italia centro-settentrionale: dalla Toscana in su, infatti, le precipitazioni cadute a luglio 2014 sono risultate essere oltre il doppio del normale(localmente, tra alta Toscana, levante ligure ed Emilia occidentale, anche il triplo), risultando per questa zona il 13-esimo mese di luglio più piovoso dal 1800 ad oggi: era dal 1932 che non pioveva tanto (allora le precipitazioni furono 2 volte e mezzo il normale).Oltre alle abbondanti precipitazioni, il mese appena concluso ha fatto registrare anche temperature piuttosto fresche, chiudendo con un'anomalia di circa mezzo grado sotto la media del periodo 1971-2000 (88 mesi di luglio sono risultati più caldi dal 1800 ad oggi).

Refrontolo (Treviso): strade infangate dopo il passaggio della bomba d'acqua.

Per trovare anomalie più basse a luglio occorre andare indietro agli anni '90: i mesi di luglio del 1996 e del 1993 furono infatti più freddi di quello di quest'anno.Insomma niente di nuovo sotto il sole ed ora speriamo in meglio per il mese di Agosto . Sempre climaticamente parlando ! Per il resto per ora accontentiamoci.