All review

26 Agosto Ago 2014 1048 26 agosto 2014

Nello scontro commerciale tra UE e Russia chi ci rimette di più ?

  • ...

I criteri di valutazione economica di uno stato capitalista e di uno socialista come l'ex U.R.S.S. si basano ovviamente su principi completamente diversi . Nell'economia a carattere capitalista viene valutato positivamente l'aumento della produzione di beni e servizi e della loro vendita, mentre nell'economia di piano è estremamente positivo il raggiungimento degli obbiettivi prefissati nella produzione. In poche parole per esempio se viene calcolato che la richiesta per il prossimo anno di scarpe è 10 milioni di paia è molto importante centrare il target di quella produzione . In caso contrario il prodotto non si troverà più sugli scaffali , code ai negozi ed importazioni a prezzi stellari.La Ue poche settimane fa ha applicato sanzioni commerciali come risposta all'annessione illegale della Crimea e alla destabilizzazione dell'Ucraina ed ora sono arrivate alcune contromisure annunciate dalla Russia che per il momento consistono nel bando dei prodotti alimentari Ue. Questo irrigidimento negli scambi commerciali UE /Russia sta preoccupando seriamente i mercati comunitari del settore agricolo dal momento che l'Europa esporta verso la Russia il 10% della sua produzione di prodotti agroalimentari, un giro d'affari di 12 miliardi di euro che potrebbe essere colpito dalle misure russe.Le conseguenze ovviamente ci saranno sia in Europa , dove in particolare in questo momento di crisi , vengono a mancare questi importanti clienti, sia in Russia dove cominceranno a scarseggiare diversi tipi di prodotti ( prosciutto, grana , frutta , ecc.).

Vladimir Putin.

Data però l'origine russa con un secolo di economia di piano sulle spalle il popolo sarà in grado di tollerare bene le inevitabili rarefazioni di certi prodtti , sopportando con pazienza le colonne ordinate di gente in fila ( ordinata ) dinanzi ai negozi o rinunciando con mestizia e rassegnazione alle delizie occidentali che avevano fatto capolino anche sui tavoli imbanditi dei russi.Le conseguenze potrebbero essere più pesanti nella nostra società che dovrà fare i conti con vistosi cali percentuali di fatturato di molte aziende del settore agro alimentare con conseguente ricorso a cassa integrazione e perdita del pil nazionale. Siamo solo all'inizio di una reciproca ' bordata ' di ritorsioni economiche che coinvolgeranno progressivamente anche altri settori ?

I festeggiamenti per l'indipendenza dell'Ucraina: il Paese s'è staccato dall'Urss nel 1991.

Come dice un vecchio proverbio : ' qui piove sul bagnato !'