All review

13 Ottobre Ott 2014 0814 13 ottobre 2014

L’espianto illegale di organi non è “una leggenda metropolitana”!

  • ...

Tutti possiamo contribuire alla lotta contro il traffico illegale di organi . Semplicemente informandoci scrupolosamente del fenomeno che in questi ultimi anni sta assumendo proporzioni preoccupanti e comprendendo, prima di tutto, che non si tratta di una “ leggenda metropolitana”. Ecco di seguito esposti alcuni suggerimenti di siti che possono contribuire a colmare questa lacuna. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel 2010 ci sono stati nel mondo circa 107.000 trapianti di organi sia legali che illegali ed i reni sono circa i due terzi di tutti gli organi trapiantati.

Dal momento del crollo finanziario globale nel 2008, il commercio illegale di organi in tutto il mondo è aumentato drammaticamente ma , mentre fino a poco tempo, coloro che cercavano di vendere parti del loro corpo in generale si trovavano quasi esclusivamente nei cosiddetti paesi in via di sviluppo, ora invece ,si possono trovare facilmente anche in gran parte dell'Europa. In un articolo denuncia “Illegal kidney trade booms as new organ is 'sold every hour “ di Denis Campbell and Nicola Davison pubblicato il 12 maggio 2012 sul quotidiano The Guardian ,il dr. Luc Noel , medico dell’OMS , riferisce che il 10 per cento di tutti i trapianti vengono eseguiti illegalmente e i profitti che si possono ottenere sono enormi. Del resto in Europa sono decine di migliaia le persone in attesa di un trapianto e più di dieci pazienti al giorno muoiono per mancanza di organi. E’ ovvio quindi che con una tale “stringente ed urgente “ domanda la commercializzazione illegale sia oltremodo attiva mettendo però a repentaglio la vita in particolare di bambini e soggetti più giovani.

L'associazione americana Organs Watch svolge un'attività di monitoraggio sul fenomeno del traffico illegale in tutto il mondo e denuncia come il notevole miglioramento dell'efficacia dei farmaci antirigetto costituisca una delle ragioni del boom di questo traffico. Organs Watch Berkeley Dipartimento di Antropologia dell'Università di California, Berkeley 232 Kroeber Sala Berkeley, CA 94720 Altro interessantissimo e fondamentale articolo necessario per iniziare a prendere consapevolezza di questa problematica è : “Sfatare il mito: cosa si cela dietro il traffico d'organi. Intervista con la professoressa Nancy Scheper-Hughes” pubblicato sul sito Three monkeys online by Andrew Lawless

http://www.threemonkeysonline.com/it/sfatare-il-mito-cosa-si-cela-dietro-il-traffico-dorgani-intervista-con-la-professoressa-nancy-scheper-hughes/ .

Anche in Italia tali organizzazioni criminali possono esistere e quest’altro articolo “Madagascar, anche un italiano tra i tre linciati dalla folla”di Redazione Il Fatto Quotidiano | 4 ottobre 2013 potrebbe indirettamente darne conferma http://www.ilfattoquotidiano.it/tag/traffico-di-organi/ . Per avere altre informazioni sulla situazione in Italia contattare il sito http://www.savethechildren.it/IT/Tool/Press/Single?id_press=174