All review

7 Novembre Nov 2014 1414 07 novembre 2014

Sta per arrivare in tv la prima puntata di “ Italo-Americani “

  • ...

Sabato prossimo 8 novembre va in onda su RAI Storia alle ore 21.30 “ Eco della Storia” con Gianni Riotta che introdurrà un interessantissimo special dal titolo “ Italo-americani ( The American’s) “ prodotto dalla PBS ( tv pubblica americana) che ci racconterà in pratica la storia dell’emigrazione italiana negli Stati Uniti . Il lavoro, con la prestigiosa regia di John Maggio , è diviso in quattro parti , partendo dal 1880 per arrivare ai nostri giorni ,che saranno presentate una per volta a partire da questo sabato. Intanto in questi giorni il documentario è stato presentato in anteprima all'ambasciatore degli Stati Uniti in Italia John Phillips , anche lui con lontane origini italiane ( famiglia Filippi ), alla fine della quale c’è stato un mini –dibattito moderato dalla signora Douglass ( moglie dell’ambasciatore) .Fra gli ospiti intervenuti : il regista John Maggio, Monica Maggioni direttore di Rainews24 e la scrittrice Maria Laurino (il marito è vice sindaco di Ny Anthony Shorris). La prima puntata è 'La Famiglia - Radici ' (1880 - 1910), una panoramica del Risorgimento italiano che fornisce il contesto in cui si verifica il grande esodo dal Mezzogiorno, le origini degli aspetti psicologici che caratterizzano la prima generazione di immigrati; l'ultima puntata è 'Il sogno Americano' (dal 1945 ad oggi) - in onda sabato 29 novembre. Gli obbiettivi ambiziosi della trasmissione si trovano tra le “ risposte“ a queste tre domande : che rapporto c'è oggi tra Italia e Stati Uniti? Cosa sarebbe l'Italia senza l'America? E l'America senza l'Italia?

Intanto cominciamo a ricordarci i nomi di alcuni italo-americani che hanno saputo dare lustro e buona visibilità alla nostra gente :da Amadeo Giannini, tra i fondatori della Bank of America, il primo a concepire la banca come un bene di largo consumo, un servizio per tutti, ad Arturo Giovannitti, un nuovo immigrato che sarà a capo del più grande sciopero del 1912; da Fiorello La Guardia (il primo ad ottenere la poltrona di sindaco di New York) ad Antonino Scalia, il primo italoamericano ad essere eletto alla corte suprema, mentre Nancy Pelosi membro del Congresso è stata prima donna e la prima italoamericana a diventare Presidente della camera dei rappresentanti, fino a Mario Cuomo . E quanti altri ! Discendenti dei milioni di nostri concittadini che nel secolo scorso , spinti dalla miseria e dalla necessità di crearsi un futuro migliore , emigrarono negli States affrontando enormi sacrifici.Quasi metà della prima generazione d'immigrati rientrò in Italia ma coloro che decisero di restare lottarono contro il pregiudizio negativo dei nativi contrari a certi valori caratteristici della cultura italiana .

Questo scontro tra culture diverse (quella italiana basata sull'unione della famiglia e il senso della collettività, quella americana incentrata sugli ideali di libertà e scelta individuale) sarà evidente nella società americana quando molti italo-americani assumeranno posizioni influenti a livello politico, sociale e culturale.