All review

12 Novembre Nov 2014 1422 12 novembre 2014

Effetto Serra : finalmente qualcosa si muove

  • ...

L’effetto serra è quel fenomeno di riflessione dei raggi solari in atmosfera che impedisce al calore di dissiparsi in parte nello spazio . Lo specchio responsabile di questo impedimento naturale si è formato per l’eccessiva emissione di gas ( principalmente CO2 ) che si stratificano nell’atmosfera .

L’anidride carbonica ( CO2) è un gas che si forma nella combustione per cui è facile immaginare la quantità di emissioni che si sono avute dall’inizio dell’era industriale .Motori di aerei, navi, auto e moto, caldaie per riscaldamento di immobili , processi industriali , ecc , tutti hanno contribuito e contribuiscono sempre di più ad aumentare lo spessore di questi gas in atmosfera provocando l’effetto serra , quindi il progressivo aumento della temperatura dell’aria che porta irrimediabilmente ai disastrosi e prorompenti fenomeni dei quali siamo vittime e testimoni ogni giorno in tutto il mondo. Abbiamo fatto ormai l’abitudine alle “ bombe d’acqua” , agli uragani tropicali ed extratropicali di inaudita potenza , alle grandinate con chicchi tipo “ palle di cannone “, insomma a fenomeni atmosferici che hanno subito nel tempo, con l’aumento della temperatura dell’aria , un incremento nella frequenza e più che altro nella potenza. Si parla di cambiamento climatico , si invocano i tempestivi allarmi della protezione civile ,ma i disastri si susseguono con sempre maggiore insistenza.

E’ divenuta ormai abitudine di tutti noi consultare frequentemente , quasi in modo maniacale , le previsioni del tempo sui pc, tablet e smartphone , per cercare di sapere in anticipo dove potrebbe arrivare per esempio un inarrestabile diluvio. Talvolta alcuni servizi di meteorologia online , propongono con le cautele del caso , previsioni a più lunga durata , condizionando così anche le nostre scelte nelle date e nei luoghi per possibili vacanze.Certamente dovrà essere affinata la possibilità di previsione ed intervento della Protezione Civile, come si spera che nel nostro Paese, caratterizzato da così tanti corsi d’acqua a carattere torrentizio, siano fatti tutti quegli interventi sul territorio per limitare al massimo i danni provocate dalle improvvise piene conseguenti alle “ bombe d’acqua “ , però la soluzione radicale verrà solamente dalla riduzione delle emissioni di gas serra . Un dovere prima di tutto per le prossime generazioni che popoleranno nei decenni futuri il pianeta Terra.Da anni ormai vengono fatte periodicamente riunioni mondiali per trovare un accordo globale per l’attuazione di una politica ambientale più responsabile, come il famoso Trattato delle Nazioni Unite sul clima (UNFCCC) stipulato nel 1992 a Rio sottoscritto allora anche dagli Stati Uniti ma mai onorato . La Cina, l’altro colosso industriale mondiale non aderì a questa risoluzione , ma va sottolineato che il 45% delle emissioni di gas serra sono dovute a queste due potenze mondiali. Da allora sono passatin più di 20 anni che hanno ulteriormente aggravato il problema ambientale, per questo la notizia riportata dall’Ansa di oggi 12 novembre 2014 ha un’importanza planetaria eccezionale : “Cina e Stati Uniti hanno raggiunto un importante accordo sulla limitazione delle emissioni di gas serra nel corso di negoziati segreti, che e' stato annunciato mentre i presidenti dei due paesi, il cinese Xi Jinping e l'americano Barack Obama, tenevano un'insolita conferenza stampa a Pechino. In base all'accordo, Pechino iniziera' a ridurre le proprie emissioni dal 2030, anno nel quale raggiungera' il picco, mentre Washington si e' impegnata a ridurre le proprie di un quarto entro il 2025 ."